Oltre una tonnellata di rifiuti nei fondali di Leuca: sub volontari al lavoro per ripulire

Sabato 12 Giugno 2021 di Anna Manuela VINCENTI

Nei giorni scorsi in occasione della Giornata mondiale degli Oceani, la baia di Santa Maria di Leuca, è stata scelta dalla FIPSAS per l’iniziativa Pulifondali insieme a Conca dei Marini, Amalfi, Vasto e Pescara.

Venti subacquei tesserati FIPSAS della sezione territoriale di Lecce hanno recuperato oltre una tonnellata di rifiuti, materiale inquinante depositato nei due specchi d’acqua oggetto delle ricerche. I sub hanno portato in superficie: una pedana in ferro, materiale plastico, residui di imbarcazione, resine, cordame, reti, gomme, materiale vetroso e materiale ferroso, a dimostrazione che l’inquinamento non è mai solo in superficie.

«L’iniziativa – ha detto il sindaco Santo Papa - oltre a bonificare le aree prescelte, ha dimostrato una forte sinergia tra istituzioni, associazioni, aziende e privati cittadini uniti intorno a questa esemplare attività. Il grande successo che suscitato negli abitanti di Leuca, dimostra quanto stia facendo breccia nella coscienza e nel cuore delle persone l’attenzione verso le tematiche di tutela dell’ambiente e quanto sia necessario moltiplicare eventi simili. Sono grato a nome della comunità di Castrignano del Capo e le sue frazioni al Presidente Matteoli in primis per aver selezionato Leuca tra i luoghi dell’iniziativa, ai tesserati FIPSAS che hanno operato sul posto e a tutti coloro che hanno collaborato per l’ottima riuscita dell’evento».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA