Armato di fucile, getta candeggina sul salumiere per rubare l'incasso: malvivente in fuga

Giovedì 30 Aprile 2020 di Katia PERRONE
Sarebbero due i malviventi che ieri sera, intorno all’orario di chiusura, hanno messo a segno la rapina ai danni della salumeria Tondo di Largo Castello, a Lequile, nel Salento. Ad entrare in azione a volto coperto un solo rapinatore che, imbracciando un fucile a canne mozze, ha minacciato il titolare al quale ha intimato di consegnargli l’incasso della giornata, qualche centinaio di euro ancora custodito in cassa. Momenti concitati che sono bastati al rapinatore per consumare, in pochi minuti, il colpo e, prima della fuga, per tentare di lanciare, in direzione del negoziante, della candeggina che era sistemata sugli scaffali del negozio di generi alimentari e che il rapinatore ha fatto cadere accidentalmente durante la fuga. 

Braccato per rapine ai bancomat e conflitti a fuoco: scovato in una villetta al mare nel Salento e arrestato

Ad attenderlo fuori dal negozio un complice a bordo di un’utilità tua che ha imboccato la strada provinciale per far perdere le proprie tracce. Solo mezz’ora dopo la rapina, una Fiat Punto, risultata rubata qualche mese fa, è stata invece ritrovata in fiamme nei pressi dell’istituto alberghiero “Presta Columella” dai vigili del fuoco e dai carabinieri della compagnia di Lecce e della locale stazione che stanno indagando sulla rapina. Indagini che si fonderanno, oltre che sul racconto della vittima, anche sull’analisi dei filmati delle videocamere posizionate sulle facciate dei negozi e delle abitazioni del centro di Lequile, e nei pressi dell’istituto superiore. Ultimo aggiornamento: 11:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA