Lettera dell'impresa ai dipendenti: «Salario pieno, anche in Cigs: siete voi la nostra forza»

Lettera dell'impresa ai dipendenti: «Salario pieno, anche in Cigs: siete voi la nostra forza»
di Enzo SCHIAVANO
3 Minuti di Lettura
Sabato 11 Aprile 2020, 13:26

Generoso gesto dell’imprenditore Antonio Filograna-Sergio nei confronti dei propri dipendenti. Il presidente della società “Leo Shoes”, con una lettera inviata agli oltre 600 dipendenti, ha annunciato che l’azienda si farà carico della differenza salariale causata dalla cassa integrazione, per il periodo di competenza marzo 2020. La motivazione è per permettere ai lavoratori di percepire il regolare stipendio.

Con l’attività produttiva completamente ferma da circa un mese l’imprenditore ha voluto dare un segnale di vicinanza e di ringraziamento ai suoi dipendenti che nella lettera chiama “collaboratori”. «In un momento così difficile, in questi giorni così importanti per il nostro futuro – scrive Filograna-Sergio - non dobbiamo perdere la speranza e che la sofferenza di oggi possa essere maestra di vita per il nostro domani. Come spesso accade nella vita sono i momenti difficili che ci spingono al cambiamento e alla rinascita per trovare la forza e cambiare il nostro destino. A voi chiedo di restare uniti perché la forza dell’azienda è in tutti voi. La nostra è una grande famiglia, è la vostra casa, un luogo cui dedicate il vostro tempo e la vostra passione e per questo cercheremo di renderlo sempre migliore».

«Il mio desiderio – prosegue l’imprenditore - è che le nostre famiglie non avvertano il peso di ulteriori ristrettezze economiche causate dal blocco delle attività produttive e per questo motivo l’azienda, per il periodo di competenza marzo 2020, si farà carico della differenza salariale causata dalla cassa integrazione per permettere a tutti voi di percepire il regolare stipendio. Sappiamo quanto sia importante lo spirito di squadra che nasce da persone che credono fortemente nei progetti, che vogliono condividere impegno, sacrifici e risultati. A tutti voi e alle vostre famiglie – conclude  Filograna-Sergio - un caloroso abbraccio ricordandovi che dopo una tempesta torna sempre il sereno».

Ieri, intervistato dall’emittente radiofonica “Diffusione Stereo”, Filograna-Sergio ha aggiunto che «siamo alle porte una delle più gravi crisi economiche della storia, ma i miei collaboratori non sono responsabili di questa situazione. Abbiamo ritenuto di fare questa azioni di vicinanza, perché comprendiamo benissimo i loro problemi e le loro preoccupazioni, soprattutto quelli che hanno famiglia e devono andare avanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA