Lecce, si lanciò dal quarto piano dell'ospedale: indagati un medico e tre infermieri

L'ospedale Vito Fazzi di Lecce
L'ospedale Vito Fazzi di Lecce
2 Minuti di Lettura
Martedì 3 Maggio 2022, 13:20 - Ultimo aggiornamento: 13:30

Un medico e tre infermieri sono indagati nell'inchiesta che vuole chiarire le cause e le circostanze del decesso dell'uomo di 40 anni trovato senza vita la mattina di giovedì scorso su una delle strade interne dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce. Il pubblico ministero Massimiliano Carducci ha aperto un fascicolo che ipotizza l'omicidio colposo in concorso, dopo l'esposto presentato dai familiari con l'avvocato Fulvio Pedone.

Interruzione di gravidanza, a Taranto indagati in 13 tra medici e infermieri

Il trasferimento da Casarano

Nella giornata di ieri la dottoressa Liliana Innamorato ha effettuato l'autopsia a Bari nel reparto specializzato in deceduti affetti da covid. Ed è stato proprio il contagio da coronavirus che ha comportato il trasferimento di quest'uomo dall'ospedale di Casarano a quello di Lecce, dopo una degenza di tre giorni nel reparto di Psichiatria dove era stato ricoverato a seguito di alcune turbe pschiche manifestate nei giorni precedenti.

Volo dalla finestra dell'ospedale: morto un paziente

La vigilanza

La mattina di giovedì scorso la tragica scoperta: non era più nel reparto al quarto piano del Fazzi, ma giù nella strada. Le indicazioni riportate nella cartella clinica riguardo le turbe psichiche avrebbero suggerito una vigilanza su questo paziente? Lo chiedono i familiari, la risposta arriverà anche dalla consulenza medica legale attesa nei prossimi due mesi. A difendere gli indagati, gli avvocati Raffaele Benfatto, Luigi Covella, Luigi Piccinni e Cristian Sturda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA