Università, all'hotel Zenit 68 posti letto per gli studenti fuorisede

L'hotel Zenit di via Adriatica
L'hotel Zenit di via Adriatica
di Mattia CHETTA
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Novembre 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 20:19

Un nuovo studentato da 34 camere e 68 posti letto al servizio degli universitari di Unisalento negli spazi dell’hotel Zenit a Lecce. Regione e Adisu ora puntano ad ampliare l’offerta di alloggi in città per i fuorisede. E nel giro di pochi mesi a garantire una soluzione abitativa adeguata potrebbe essere proprio la struttura ricettiva di via Adriatica.

La richiesta di acquisto

La richiesta di acquisto dell’immobile di proprietà della società Comfort srl è stata formalizzata a mezzo delibera del Consiglio di amministrazione di Adisu a inizio ottobre e trasmessa al Ministero dell’Università e della Ricerca (Miur) nell’ambito del decreto che punta ad ampliare la disponibilità dei posti letto per gli universitari italiani, intervenendo con l’acquisto di immobili già pronti all’uso oppure mediante locazione a lungo termine per una spesa complessiva di 300 milioni di euro.
Un’occasione ghiotta per Adisu che ha ritenuto opportuno prenotare, nel bilancio 2022/2024, una somma di 829.600 euro quale quota di cofinanziamento, pari al 25% della somma totale (3.318.400 euro). Ma la volontà dello Zenit di avviare trattative con Adisu Puglia era stata espressa già a giugno scorso quando la società aveva manifestato all’agenzia la disponibilità ad accogliere gli studenti in caso dei lavori per l’efficientamento energetico che avrebbero chiuso la “De Giorgi”, nel quartiere Salesiani. La struttura prossimamente potrà aggiungersi a quelle già esistenti tra il capoluogo e Monteroni di Lecce – con “inaugurazione” prevista eventualmente già a dicembre.

L'indagine di mercato Adisu Puglia

Ma nell’indagine di mercato di Adisu Puglia finalizzata all’acquisizione del diritto di proprietà o locazione a lungo termine di immobili da destinare a residenze universitarie nei comuni di Lecce, Bari e Foggia, si è aggiunta la proposta della fondazione Venture impatto sociale Ets. Quest’ultima, in fase di riapertura dei termini da parte del Ministero, ha chiesto di firmare la convenzione con l’agenzia regionale al fine di concedere la fruizione di diversi posti alloggio nei Comuni di Arnesano e Monteroni di Lecce, a patto che almeno il 50% dei posti oggetto del beneficio ministeriale siano offerti, senza vincolo di accettazione, agli studenti idonei delle graduatorie Adisu. Ciò per il tempo di cui al beneficio ministeriale, ovvero dai 9 ai 15 anni in caso di spazi affittati.

Gli interventi in Regione

Agli interventi in provincia di Lecce si affiancano i due previsti a Foggia. Con l’acquisto dell’Hotel White House, di proprietà della società Athena srl, Adisu implementerà i posti alloggi grazie alle 33 camere presenti, dalle quali ricavare un massimo di 65 posti. Inoltre, con la locazione per un periodo di 15 anni dell’immobile in Corso Giannone di proprietà dellasocietà Michela Immobiliare srl, l’agenzia regionale guadagnerà ulteriori 40 posti letto. Nonostante l’emergenza abitativa ancora in corso, il decreto del Mur, grazie ai finanziamenti europei, rappresenta un’opportunità interessante e stimolante per migliorare i servizi di Adisu Puglia e soddisfare, in maniera adeguata, la richiesta degli aventi diritto. Infatti, nell’anno accademico 2021/2022, a fronte delle 788 richieste ricevute, a beneficiare dei posti alloggio di Adisu tra Lecce e Monteroni, solo 499 sono stati i beneficiari, lasciando fuori 289 idonei non beneficiari per i quali la Regione ha previsto un rimborso spese da poter utilizzare per le locazioni private.

© RIPRODUZIONE RISERVATA