Il Via del Mare in concessione al Lecce per 10 anni: ospiterà anche concerti. Ecco come cambierà

Il Via del Mare in concessione al Lecce per 10 anni: ospiterà anche concerti. Ecco come cambierà
4 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Maggio 2021, 12:02 - Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 07:17

Ora è ufficiale: l'Unione Sportiva Lecce avrà in concessione per 10 anni il via del Mare. Il canone annuo sarà di 50mila euro che diventeranno di 80mila euro per i campionati in serie A. Lo stadio cambierà look e avrà una nuova vita: secondo i piani della società guidata Saverio Sticchi Damiani, sarà riammodernato con nuove tecnologie e potrà ospitare anche grandi eventi a partire dai concerti. Non solo: nell'ambito dei Giochi del Mediterraneo di Taranto, il Via del Mare potrebbe anche beneficiare di un maxi finanziamento per la copertura.

L'accordo con il Comune

L'ufficialità arriva dalla stessa Us Lecce che, sull pagina Facebook, fa riferimento alla "determina del 22 aprile, notificata nella giornata di ieri, con cui il Comune di Lecce ha disposto, a conclusione della procedura di gara indetta con bando del 8 settembre dello scorso, aggiudica la concessione in uso e gestione dello stadio per la durata di 10 anni. A tale provvedimento seguirà, a breve, la sottoscrizione del relativo atto di convenzione". E' l'ultimo tassello di un accordo con Palazzo Carafa che aveva già gradualmente preso forma nei mesi scorsi dopo che, in una primissima fase, il bando era andato deserto. La proposta della società giallorossa, valutata dal Comune in tutti i suoi aspetti, aveva impresso una svolta alla vicenda.

I grandi eventi e l'area commerciale

Nell’accordo che il Lecce aveva sottoposta all’attenzione del Comune era stata anncunciata anche la collaborazione con un nuovo partner, Vivaticket, attualmente responsabile del ticketing della società giallorossa. Sticchi Damiani, in più occasioni, aveva fatto capire di non voler realizzare un’area commerciale nell'area dello studio, ma di voler utilizzare l’impianto per la realizzazione di eventi, soprattutto musicali, di cui si sarebbe occupata Vivaticket. L'ipotesi, in occasione di concerti, il palco sarà montato sulla pista di atletica e si era parlato di eventi con un massimo 10 mila spettatori. Ipotesi allo studio, al momento, in attesa di conoscere - una volta firmato il contratto - le decisioni definitive.


Salvemini: "La società si occuperà della manutenzione" 

A tirare le somme è anche il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini: "Come accade in tantissime altre città italiane ed europee che possono vantare società di calcio professionistico ad altissimo livello, all’Us Lecce sarà concesso in uso esclusivo lo stadio della città a fronte di un canone annuo. L’uso esclusivo comporterà per il concessionario l’onere della manutenzione straordinaria dell’impianto ma anche l’opportunità di ripensarne in piena autonomia le attività di ticketing, marketing, servizi, gestione del marchio, usi diversi dalle partite e dagli allenamenti di calcio, per sfruttare, a beneficio del proprio equilibrio economico e dell’attrattività della struttura, tutte le potenzialità di mercato che un impianto del genere offre. La firma della convenzione potrà consentire alla società, inoltre, di poter ottenere l’erogazione di un importante finanziamento regionale per l’ammodernamento dell’impianto. Sono inoltre in via di definizione, tra gli interventi a cura del Coni in vista dei Giochi del Mediterraneo 2026, ulteriori investimenti per l’ammodernamento. La firma della convenzione sarà la tappa finale di un lavoro di lungo periodo, che aprirà una nuova stagione per lo stadio. Un lavoro condotto in gran parte a fari spenti che ha impegnato dirigente e funzionari del settore Patrimonio, dirigenti e consulenti dell’Us Lecce. A tutti loro va il mio ringraziamento per aver dato concretezza ad un passaggio del quale da anni si ribadiva l’urgenza e la necessità, ma che finora era rimasto solo un auspicio".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA