Lecce, spaccato il vetro al bus Sgm. Centrodestra: «Subito chiarezza, inspiegabile il silenzio del sindaco»

Lecce, spaccato il vetro al bus Sgm. Centrodestra: «Subito chiarezza, inspiegabile il silenzio del sindaco»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 29 Agosto 2022, 13:07 - Ultimo aggiornamento: 19:19

Autista Sgm aggredito sui viali: ignoti hanno lanciato un oggetto contudente causando la rottura del vetro lato conducente del bus. E' accaduto nei giorni scorsi a Lecce dove l'opposizione di Palazzo Carafa chiede che si faccia subito chiarezza considerando «inspiegabile il silenzio del sindaco».

L'aggressione

La denuncia arriva dall'opposizione di Palazzo Carafa, a firma dei consiglieri Gianmaria Greco (capogruppo "Prima Lecce/Andare Oltre") e Roberto Giordano Anguilla (capogruppo "Fratelli d’Italia"): «Un altro episodio inquietante si é verificato, di recente, a Lecce.
Mentre un autobus pubblico, gestito da SGM, percorreva viale Calasso in direzione viale dell'Università, lo stesso é stato colpito da un oggetto contundente causando la rottura del vetro lato conducente». 

Mentre proseguono gli accertamenti circa la dinamica e si valuta la natura dell'oggetto lanciato (forse un sasso, ma non si escludono altre ipotesi), i consiglieri comunali lanciano la stilettata al sindaco di Lecce Carlo Salvemini: «A pochi giorni dall'aggressione di una vigilessa ad opera di ignoti, un altro episodio anomalo scuote la comunità per la sua eccezionalità - scrivono i consiglieri di opposizione - Infatti come per il primo episodio, parimenti, non si é mai registrata simile veemenza nei confronti di un mezzo di trasporto pubblico. In attesa che si faccia la necessaria chiarezza, tuttavia e' inspiegabile il silenzio da parte dei vertici comunali riguardo all'accaduto. Nessun cenno dal sindaco e dagli altri esponenti di governo. Silenzio anche da parte della società controllata dal comune che non ha rilasciato dichiarazioni, neppure in merito alla denuncia  dei fatti, per tutelare l'immagine dell’azienda e l'incolumità dei suoi lavoratori le cui istanze, troppo spesso, ultimamente, vengono ignorate», concludono i consiglieri Greco e Giordano Anguilla. 

La precisazione di Sgm: “Nessun assalto al bus”

Sulla questione nel pomeriggio è intervenuta Sgm precisando che, "Il fatto si è verificato nella mattina del 3 agosto 2022. Dalle indagini interne in corso, risulta inverosimile che il danno alla porta anteriore del filobus sia stato causato dal lancio di un oggetto contundente, viceversa lo stesso è da attribuirsi o a cause accidentali o, ipotesi che al momento trova maggiori riscontri, che si sia trattato di un atto vandalico compiuto con l’utilizzo di un oggetto contundente già presente sul mezzo. Un gesto, laddove confermato, certamente deplorevole, ma non di tale gravità da rendere necessaria la sua comunicazione al Comune e che, in ogni caso, non ha messo a rischio l'incolumità del personale in servizio. Il vetro danneggiato è stato prontamente sostituito". Per l'accaduto la società si riserva di intraprendere ogni azione nei confronti dei responsabili, al momento ignoti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA