Salento, truffa per insegnare a scuola: 42 indagati dalla procura

Salento, truffa per insegnare a scuola: 42 indagati dalla procura
di Roberta GRASSI
2 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Luglio 2022, 11:34 - Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 13:14

Titoli falsi per ottenere un buon piazzamento in graduatoria ed essere assunti nelle scuole: 42 persone tra cui collaboratori scolastici e aspiranti insegnanti, quasi tutti in arrivo dall'area del basso Salento, sono state raggiunte da un avviso di conclusione delle indagini preliminari con 28 capi d’imputazione. Avrebbero truffato il Miur per ottenere incarichi di supplenza a tempo determinato per il ruolo di collaboratore scolastico e quindi riconducibile al personale Ata.

Il metodo utilizzato

Gli indagati, secondo l'accusa della procura di Lecce, avrebbero poi trovato impiego a scuola, in Puglia e anche fuori regione. Ottenendo così, come conseguenza, una retribuzione non spettante in danno del ministero dell'Istruzione. L'avviso riporta la firma del pm titolare dell'inchiesta, Maria Consolata Moschettini.  Le accuse, quindi, sono di truffa e falso ideologico. Con la complicità di titolari di cooperative sociali, questo il modus operandi, veniva attestato di aver prestato servizio in scuole dell'infanzia, titolo che consentiva così di guadagnare posto in graduatoria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA