Salento in bus potenzia le linee, ecco tutte le novità

Venerdì 20 Maggio 2022 di Paola COLACI
Torre dell'Orso

Da Lecce alla costa, passando per i principali centri turistici e sino al cuore del Salento: i motori di “Salento in Bus” sono già pronti a riaccendersi. Con nuovi collegamenti garantiti dal capoluogo all’Abbazia di Cerrate. Ma anche dal borgo di Specchia alle principali linee già previste in direzione nord e sud. E ancora una novità: il collegamento tra Uggiano La Chiesa e le marine di Otranto e Torre dell’Orso

Bus low cost, cresce l'offerta: Napoli e Roma più vicine. Tutte le corse

La stagione turistica


In vista di una stagione turistica che ancora una volta si annuncia da record, il servizio di trasporto estivo della Provincia di Lecce sarà arricchito e potenziato. In relazione alla durata, innanzitutto: i collegamenti dal capoluogo allo Ionio e all’Adriatico e sino al Capo di Lueca - stando alle anticipazioni - saranno garantiti già a partire dalla metà di giugno e sino alla seconda settimana di settembre. Almeno 15 giorni in più rispetto allo scorso anno: nel 2021 i pullman della Provincia assicurarono la mobilità su tutto il territorio turistico dal 26 giugno e fino al 5 settembre. 
Ma ad arricchirsi sarà anche e soprattutto l’offerta relativa alle linee.

Salento più connesso e veloce ma nel Piano Fs resta l'interrogativo su Surbo

Gli ultimi dettagli

E su questo fronte gli uffici dell’amministrazione provinciale guidata dal presidente Stefano Minerva - in testa il Servizio Pianificazione Servizi di Trasporto diretto da Gianni Refolo - in queste ore sono al lavoro per mettere a punto gli ultimi dettagli. Stando alle previsioni, tuttavia, l’edizione 2022 di Salento in Bus dovrebbe vedere confermate le 28 linee principali attivate lo scorso anno, tra le quali 13 per il collegamento diretto con il capoluogo leccese e altre 11 secondarie per i collegamenti con l’entroterra salentino e i comuni costieri. Dovrebbero essere confermate, inoltre, le fermate “intermedie” previste lo scorso anno. A partire dai Comuni della Grecìa salentina: Martano, Sternatia, Martignano, Melpignano, Corigliano d’Otranto, Zollino, Soleto. Ma i pullman delle aziende aderenti al Cotrap faranno tappa anche a Galatina, Galatone, Nardò e Tricase. Sin qui le conferme. 
Dunque, le novità. A partire dalla volontà della Provincia di garantire un servizio ancora più capillare sul territorio e nell’entroterra, soprattutto. E in questa direzione viaggia la volontà dell’ente di potenziare il collegamento con l’Abbazia di Cerrate, lungo la linea Lecce-Casalabate.

Connessione wi-fi e treni, al Sud tante difficoltà. Giovannini: qualità dei servizi da migliorare

Lo sviluppo turistico del territorio

Una scelta mirata allo sviluppo turistico del territorio e a fornire risposte ad un’utenza sempre più interessata alla scoperta dei beni artistici, archeologici e paesaggistici. L’abbazia di Cerrate, tra i beni del Fondo Ambientale Italiano, si conferma infatti meta turistica d’eccellenza nel Salento. Determinante, dunque per i vacanzieri la possibilità di usufruire di un collegamento diretto. Gli stessi turisti che bordo dei bus della Provincia avranno l’opportunità di visitare il borgo di Specchia, nel cuore del Salento. Il piccolo Comune a metà strada tra lo Ionio e l’Adriatico è considerato una perla di Puglia ed è stato a pieno titolo inserito tra I Borghi più Belli d’Italia. Attraverso Salento in Bus, ora Specchia sarà collegato alle principali linee che viaggiano in direzione nord e sud della provincia. Dovrebbe essere, infine, previsto anche un collegamento tra Uggiano La Chiesa e le marine di Otranto e Torre dell’Orso. Come ogni anno, infine, e in vista dell’avvio dell’estate e in considerazione del notevole flusso di turisti che arriveranno nel Salento a bordo dei treni il servizio di trasporto turistico prevederà fermate di interscambio anche con la stazione ferroviaria di Lecce per l’integrazione con i mezzi a lunga percorrenza. A partire dalle Frecce.

 

Ultimo aggiornamento: 07:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA