Lecce, rissa nella movida fra bande: colpi di arma da taglio alla pancia ed al bacino

Lecce, rissa nella movida fra bande: colpi di arma da taglio alla pancia ed al bacino
4 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Luglio 2022, 09:46 - Ultimo aggiornamento: 5 Luglio, 10:29

Un gruppo di ragazzi pronto a venire alle mani e a darle di santa ragione ritiene di avere il controllo, a Lecce, di piazzetta Santa Chiara? Di decidere chi può sostare nelle notti della movida e chi è meglio che tiri dritto guardandosi la punta delle scarpe? O meglio ancora che giri alla larga? Stanno valutando anche questa pista le indagini avviate dai poliziotti delle Volanti e della Squadra mobile per venire a capo del movente della rissa scatenatasi nella notte fra sabato e domenica e che ha visto un ragazzo di 21 anni finire in ospedale con ferite da coltellate sferrate alla pancia ed al bacino. Spogliato quasi da capo a piedi, lasciato solo con gli slip e con una scarpa. Come se fosse stato umiliato.

Dieci coinvolti nella rissa

Le indagini proseguono a spron battuto, fra l’acquisizione dei filmati dei numerosi impianti di videosorveglianza di negozi e di abitazioni sia di piazzetta Santa Chiara che di via dei Perroni: l’aggressione è, infatti, avvenuta in queste due zone adiacenti del centro storico, nel cuore della movida, quando mancava qualche minuto alle tre. Una decina di ragazzi coinvolti, due quelli intanto denunciati per l’ipotesi di reato di rissa. Si tratta sia della vittima che dell’amico, 20 anni quest’ultimo, presentatosi in Questura per fornire spiegazioni del perché ed in quali circostanze sarebbe avvenuta l’aggressione.

Il testimone

Nel vagare notturno nel centro storico - ha raccontato - sono passati da piazzetta Santa Chiara. E qui un ragazzo avrebbe attirato l’attenzione indicandoli e urlando “questa è zona nostra” per scatenargli addosso una decina di coetanei. Questa persona ha inoltre indicato in quali luoghi si fossero fermati e con chi, nonché quale abbigliamento indossasse per dare modo agli investigatori di potere trovare riscontro nei filmati.

Il litigio

Un passo indietro. Poco prima c’era stato un litigio, nella stessa piazzetta Santa Chiara: una ragazza in monopattino aveva inveito contro il suo ex fidanzato, ossia l’amico del ferito, vedendolo in compagnia di un’altra donna. Più tardi si erano incontrati di nuovo e la rabbia della ex sarebbe montata fino a colpirlo con un pugno. Erano nella zona dell’ex Convitto a festeggiare un compleanno e per non creare problemi avrebbero deciso di allontanarsi.
Fino a passare di nuovo da piazzetta Santa Chiara.

Le chiamate dei passanti

Di questa rissa hanno riferito alla polizia due passanti, uno ha dato l’allarme quando ha notato un gruppo di giovani arrivare su via dei Perroni all’altezza della chiesta di San Matteo. L’altro era lì in piazzetta Santa Chiara dove è cominciato tutto. Il ferito è stato trovato sotto shock tra Porta San Biagio ed il Monumento ai Caduti. Perdeva sangue. Movida violenta. Sì, l’altra notte sì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA