Lecce, la stazione ripensata per diventare un biglietto da visita della città: alberi, pensiline, zona taxi e illuminazione artistica

Venerdì 10 Luglio 2020
La nuova stazione a Lecce
La stazione di Lecce sarà il nuovo biglietto da visita della città. Entro la fine dell'anno sarà appaltata la gara per la riqualificazione del piazzale della stazione ferroviaria, compreso viale Oronzo Quarta fino all'incrocio con le vie di Ussano e Don Bosco.

Il progetto, presentato in conferenza stampa dal sindaco Carlo Salvemini, dal vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci, dal progettista Sergio Ventura e dal dirigente scolastico dell'Istituto Agrario “Presta-Columella” Salvatore Fasano, prevede di riservare tutto il piazzale della stazione all'ingresso dei soli mezzi di trasporto pubblico e ai taxi, riservando un'area pedonale per l'utenza che avrà anche la possibilità di utilizzare la formula del kiss & ride, ovvero area di carico e scarico di 5 minuti che consente di accompagnare o andare a prendere familiari e amici in stazione senza posare la macchina.

Il piazzale sarà dotato di pensiline, realizzate ad hoc e dalla forma moderna che consentiranno all'utenza di essere al riparo da sole e acqua o di attendere il bus. Anche la stazione del bike sharing sarà spostata a pochi metri dalla stazione dei taxi per consentire a chiunque voglia di utilizzare mezzi di mobilità alternativa una volta arrivati in città.
 
 


Grande attenzione è stata riservata all'illuminazione: i 13 pali del filobus si adegueranno al sistema di arredo urbano regalando, la sera, una scenografia luminosa colorandosi di blu.
 


Completa il progetto il “Giardino del Mondo” l'area, oggi attualmente destinata al parcheggio, ripensata dagli studenti del quinto anno dell'Istituto Agrario Presta-Columella che hanno immaginato uno spazio alberato arricchito da essenze provenienti da vari continenti. Ultimo aggiornamento: 19:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA