Pista ciclabile da Belloluogo a Rudiae: lavori su viale dell'Università

Pista ciclabile da Belloluogo a Rudiae: lavori su viale dell'Università
di Stefania DE CESARE
5 Minuti di Lettura
Martedì 5 Luglio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 07:40

Pista ciclabile da Belloluogo a Rudiae: lavori su viale dell'Università. Ultimo miglio in costruzione per la pista ciclabile Rudiae-Belloluogo: al via i  lavori nel tratto su viale Università. Da oggi scattano le modifiche alla viabilità con il restringimento della carreggiata nei pressi di Porta Rudiae. Ancora qualche mese – gli interventi dovrebbero concludersi entro l’anno – e poi gli 8 chilometri di percorso per le biciclette che collegheranno l’antico parco archeologico con uno dei polmoni verdi della città vedranno finalmente la luce.
A due anni dall’avvio delle operazioni (maggio 2020), e dopo aver completato i percorsi ciclabili più “periferici”, il cantiere per la rete ciclabile Rudiae – Belloluogo è ormai alle battute finali. Terminati gli interventi su viale Gallipoli, infatti, da domani gli addetti ai lavori si sposteranno su viale Università.

Il percorso sullo spartitraffico alberato 

Il percorso per le biciclette sarà realizzato lungo lo spartitraffico alberato che “spacca” l’asse viario cittadino: sarà realizzata la segnaletica e tratteggiato il percorso che terminerà proprio all’Obelisco. Poi il percorso guiderà i ciclisti lungo via San Nicola e fino all’ingresso del parco, garantendo così spostamenti sicuri lungo l’asse Parco Belloluogo e anfiteatro Rudiae. 

Per permettere l’avvio delle operazioni, da oggi scattano alcune modifiche alla viabilità. L’ordinanza a firma del comandante della Polizia Municipale Donano Zacheo prevede il restringimento della carreggiata e divieto di fermata con rimozione forzata su viale Università, nel tratto compreso tra via Manifattura Tabacchi e l’isola centrale di fronte Porta Rudiae (accanto all’edicola); interruzione dell’area ciclopedonale su via San Nicola, nel tratto compreso tra via Calasso e il piazzale antistante il cimitero, con divieto di fermata nel tratto nei pressi dell’Agenzia delle Entrate; restringimento della carreggiata nell’area intorno alla zona Obelisco. L’ordinanza resterà in vigore fino al 30 ottobre. 

L'assessore De Matteis: «Siamo alle battute finali»

«Si può dire che siamo ormai alle battute finali – spiega l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis -. Domani iniziamo con i lavori per il completamento della pista. Siamo arrivati su viale Gallipoli con la svolta su viale degli Studenti. Adesso proseguiremo verso Parco di Belloluogo. Abbiamo completato tutti i tratti previsti fino a oggi. Rimane in stand-by il collegamento tra via Di Ussano e la stazione ferroviaria, in quanto dobbiamo tenere conto dei lavori per il ribaltamento, e la segnaletica nei pressi del parco archeologico Rudiae». 
Fino a oggi, però, durante le diverse fasi di cantiere non sono mancati i problemi alla circolazione cittadina. A partire dal sottopasso di piazzale Rudiae, dove per alcune settimane la cantierizzazione ha ridotto la possibilità di transito per le vetture creando code e incolonnamenti. Pochi disagi, invece, su viale Gallipoli: i lavori eseguiti sul lato destro del marciapiede (in direzione dell’incrocio del bar “Rosso e Nero”) hanno creato qualche disagio solo ai pedoni. Ma adesso, con il cantiere chiuso, chi vuole spostarsi in bici lungo il viale (tra i più trafficati della città) potrà farlo in sicurezza.

Si raggiungerà anche il Vito Fazzi

La rete si articolerà lungo un asse sud–nord: a sud il percorso è sdoppiato da una parte verso il Parco archeologico Rudiae e dall’altra verso il polo ospedaliero Vito Fazzi. Entrambi convergono verso la stazione ferroviaria, con la possibilità di raggiungere le Cave di Marco Vito, per poi proseguire attraverso gli assi di viale Gallipoli e viale dell’Università, connettendo le antiche Porta Rudiae e Porta Napoli, e terminare verso l’area cimiteriale con il Parco di Belloluogo e il polo universitario. 

Per un cantiere che termina, un altro dovrebbe vedere la luce molto presto. È quello previsto per la rete ciclabile “Stazione ferroviaria – Palasport via Merine – Parcheggio di interscambio Settelacquare – Mura Urbiche - ex Foro Boario – Borgo San Nicola”, il mega intervento, finanziato dalla Regione Puglia, per collegare tra loro importanti infrastrutture della mobilità cittadina (come i parcheggi di interscambio Foro Boario e Settelacquare), beni culturali (come il Parco della Mura Urbiche) e i quartieri più periferici come Borgo San Nicola e i comparti di via Merine. «Attendiamo la consegna del progetto esecutivo – ha aggiunto De Matteis -. Entro questo mese dovremmo riuscire a pubblicare la gara».

© RIPRODUZIONE RISERVATA