Salento, da oggi lidi aperti per l'estate. I balneari: «Sarà una stagione d'oro»

Un lido balneare
Un lido balneare
di Maurizio TARANTINO
3 Minuti di Lettura
Domenica 1 Maggio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 12:07

C’è attesa per l’apertura della stagione balneare. L’ordinanza regionale che permette ai lidi di essere operativi al 100 percento è in vigore da oggi e sarà valida fino all’autunno, permettendo ai gestori di offrire una completa ospitalità ai turisti e agli avventori che desiderano passare qualche ora di relax davanti al mare. Molti lidi hanno iniziato già da tempo a organizzarsi in vista dell’apertura, garantendo la possibilità di usufruire della cosiddetta elioterapia, l’utilizzo di lettini o strutture solo per prendere il sole.

Primo Maggio col sole: le previsioni per il weekend (un po' incerto) ma da lunedì torna il bel tempo

I concessionari puntano su una stagione eccellente

Da oggi però cambia tutto. I concessionari storici puntano su una stagione d’oro, ancora di più rispetto agli ultimi due anni che sono stati comunque soddisfacenti, nonostante l’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del covid. Non solo lettini e ombrelloni, ma anche ristorazione e servizi dedicati sulle due coste del Salento, dall’Adriatico allo Ionio, dove il tempo dovrebbe ancora reggere per qualche ora. «Siamo soddisfatti delle prenotazioni -commenta il presidente nazionale della Federazione delle Imprese Demaniali, Mauro Della Valle- sono già arrivati gli stranieri che sono in visita nelle città d’arte e da questa mattina siamo certi che si affacceranno anche sui lidi. Riprendere il filo con l’estero è la grande scommessa dell’estate 2022 vista l’assenza delle stagioni passate. Per il resto siamo quasi pronti. Stiamo superando le difficoltà relative alle autorizzazioni sulle pulizie delle spiagge che dovrebbero avere il parere di un geologo e non è semplice completare l’iter».

Arpa, promosso il mare di Puglia: analisi in vista della riapertura dei lidi. Quattro punti bocciati: ecco quali

Le mete più gettonate

Messe da parte temporaneamente le preoccupazioni per le indicazioni di legge sulle concessioni che potrebbero rimescolare le carte a fine 2023 individuando nuovi assegnatari attraverso i bandi, i gestori sembrano concentrati sul presente come sottolinea il presidente di Cna Balneari, Giuseppe Mancarella. «Lavoriamo in maniera costante per essere pronti -spiega- e riuscire a rendere il soggiorno dei nostri clienti confortevole e appagante. La stagione è appena iniziata, le prenotazioni vanno a rilento, ma siamo certi che arriveremo ad avere una buona riuscita». Dalle prime indicazioni, le mete più gettonate sono quelle che hanno già un certo riconoscimento come Gallipoli, Otranto, Porto Cesareo, Ugento. Ma anche nelle altre zone costiere del Salento come Salve, Leuca, Castro e Tricase ci sono buone aspettative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA