Il giorno dei Negramaro: in 30mila in trepidazione
Area stadio chiusa al traffico, ecco come muoversi

Il giorno dei Negramaro: in 30mila in trepidazione
Area stadio chiusa al traffico, ecco come muoversi
È il giorno della carica dei 30 mila fan dei Negramaro, attesi al Via del Mare di Lecce per l’ultima tappa del loro tour estivo negli stadi. Una serata che, come è successo anche quattro anni fa, avrà il sapore del ritorno a casa e della festa con gli amici di sempre, con chi c’era quando i sei ragazzi hanno iniziato ad esibirsi in giro per i pub della provincia e ha continuato a seguirli quando si sono spalancate per Giuliano Sangiorgi, Lele Spedicato, Ermanno Carlà, Andrea Mariano, Andrea De Rocco e Danilo Tasco le porte dello Star System. Un’ascesa che non ha eguali e che celebrerà stasera un altro record: nessuna band italiana ha mai realizzato sei date in un unico tour negli stadi. Un primato che si unisce ad altri due da guinness: essere stati la prima band italiana a calcare da protagonista il palco dell’Arena di Verona nel 2007 e quello dello Stadio San Siro di Milano nel 2008. Prima di Lecce, l’“Amore che torni Tour Stadi 2018”, prodotto e organizzato da Live Nation, ha toccato il 24 giugno Lignano Sabbiadoro, il 27 San Siro a Milano, il 30 l’Olimpico a Roma, il 5 luglio Pescara e l’8 Messina. L’attesa è tanta per un concerto che si preannuncia spettacolare. Due ore e mezza intense per ripercorrere i più grandi successi di Sangiorgi e soci e presentare dal vivo i brani tratti dall’ultimo album, “Amore che Torni”, pubblicato per l’etichetta Sugar e già certificato Disco di Platino. Attualmente in rotazione radiofonica c’è il nuovo singolo “Amore Che Torni”, terzo estratto dall’album omonimo che arriva dopo che entrambi i precedenti, “Fino all’imbrunire” e “La prima volta”, hanno conquistato la vetta della classifica Earone. Si tratta di una ballata electro-soul, un inno di speranza e amore universale, in bilico tra attese e aspettative di un’estate che possa lasciare tutti senza fiato. Lo show gioca con gli elementi naturali – aria, acqua, fuoco e terra – e non mancheranno momenti di pura emozione, come il “duetto virtuale” con Dolores O’Riordan, la cantante dei Cranberries scomparsa improvvisamente all’inizio di quest’anno. La sua indimenticabile voce tornerà a risuonare sulle note del brano “Senza Fiato”, inserito nel Best of multiplatino “Una storia semplice” del 2012, in cui la cantante irlandese ha collaborato con la band salentina. Giò Forma, lo studio di architetti, designer e artisti che ha creato e progettato l’Albero della Vita di Expo 2015, ha curato la direzione artistica dello spettacolo e il design del palco. Il tema del volo degli uccelli unito al mare sono le linee guida decise insieme al gruppo e che rispecchiano i contenuti del nuovo album. A completare il tutto, led, proiezioni, laser mapping, grandi elementi in movimento, pedane della band che cambiano continuamente posizione fino a spostarsi sulla passerella centrale grazie ad un sistema wireless di ultima generazione. E ancora un suggestivo effetto bolle di sapone innescato dalla bambina del videoclip di “Fino All’Imbrunire”, fiamme e un volo di Giuliano su “Senza Fiato”. Nel complesso, per l’intero tour sono stati venduti oltre 155 mila biglietti a testimoniare l’amore che non conosce crisi del pubblico verso i sei salentini, che pure hanno raccontato di essere andati vicino allo scioglimento due anni fa e di aver superato il momento difficile grazie alla forza dell’amicizia che li lega e alla passione per la musica che li ha cementati in una sorta di famiglia artistica, vera estensione di quelle reali. E, a proposito di famiglia, si allargano quelle dei sei componenti: dopo Andro, che nel 2017 ha avuto Bianca dalla moglie Lavinia Biancalani, è di pochi giorni fa la notizia che anche Giuliano diventerà presto papà di una bambina, che attende dalla compagna, la scrittrice e sceneggiatrice Ilaria Macchia. A loro è seguito, a distanza di pochissimo, l’annuncio che pure Lele aspetta un figlio dall’attrice Clio Evans, con cui è convolato a nozze pochi mesi fa. Mogli e compagne che saranno tutte presumibilmente presenti stasera in tribuna per il gran finale.

La scaletta
La scaletta scelta dai Negramaro per “Amore che torni Tour Stadi 2018” è un viaggio fra i loro grandi successi e i brani dell’ultimo album. Un lavoro fondamentale che ha segnato la ricomposizione della band dopo un periodo di stanchezza. Sul palco stasera sono previste “Ti è mai successo”, “La prima volta”, “Estate”, “Sei tu la mia città”, “Il posto dei santi”, “Mi basta”, “Amore che torni”, “Attenta”, “Parlami d’amore”, “Per uno come me”, “L’amore qui non passa”, “Solo per te”, “Solo 3 minuti”, “Sei”, “Lo sai da qui”, “Tutto qui accade”, “L’immenso”, “Via le mani dagli occhi”, “Ci sto pensando da un po’”, “Senza fiato”, “Meraviglioso”, “Mentre tutto scorre” e “Nuvole e lenzuola”.




La viabilità
Nella giornata di oggi lo stadio sarà raggiungibile esclusivamente a piedi. Dalle aree a parcheggio sarà segnalato tramite apposita cartellonistica, il percorso pedonale più breve. Per tutte le informazioni sarà disponibile un servizio di assistenza multicanale: telefono + whatsapp al numero 339 8225007 dalle 10 alle 13, chiamata al numero 08321992272. Info anche via mail scrivendo all’indirizzo: info@parkforfun.it. Al link http://negramaro2018.parkforfun.it/ è invece possibile prenotare un parcheggio per il concerto di stasera.
E questo ticket darà la possibilità di parcheggiare in uno dei seguenti parcheggi custoditi: Settelacquare (650 posti), mercato bisettimanale in via Bari (800 posti), area sosta tra via Bari e via Roma (350 posti), parcheggio alle spalle della tribuna est dello Stadio (750 posti). I biglietti naturalmente possono essere acquistati anche sul posto, ma il rischio è che le aree soste siano tutte già piene.
Un’ordinanza del Comune di Lecce - frutto di un vertice di ieri in questura - gestirà invece la viabilità. I provvedimenti avranno validità per tutta la giornata di oggi, dalle 7 alle 24.
Diverse le zone che saranno interdette al traffico. Se si arriva dalla tangenziale est e s’imbocca lo svincolo per lo stadio, s’incontra un blocco alle spalle della tribuna est dello stadio (dove ci sono le giostre): via Paolo Giovanni II fino allo svincolo con via Pistoia sarà chiusa al traffico. Potrà accedere all’area solo chi è munito di biglietto per i parcheggi.
Chiusa al traffico, per motivi di sicurezza anche via Rapolla: non si potrà né entrare, né uscire. Stesso provvedimento per via Lucca.
Via Leo (la bretella che mette insieme via Giovanni Paolo II con via Del mare e che costeggia il campetti dell’anti stadio) ospiterà invece i paninari. Chiusa al traffico anche la vicina via Agrigento proprio per garantire tranquillità ai camioncini.
Inoltre, alla rotatoria di via Del mare non si potrà imboccare la strada per San Cataldo. E all’incrocio tra via Pistoia e viale Giovanni Paolo II, bloccata la direttrice che porta su quest’ultima strada: con l’auto si potrà andare a destra su via Pistoia e a sinistra su via Carrara.
Infine, dopo la segnalazione alla questura da parte della cooperativa L’Integrazione Onlus inerente i pochi posti previsti nell’area disabili per il concerto, questura e prefettura hanno portato l’istanza dell’Integrazione Onlus all’attenzione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica facendo leva sugli organizzatori del concerto per ampliare l’area disabili rispettando lo 0,5 % previsto per legge.
«Ringraziamo il questore e il prefetto per aver risposto prontamente alla nostra richiesta di vigilare sui posti messi a disposizione per le persone con disabilità nel concerto dei Negramaro e per aver risolto la questione ampliando i posti a disposizione. Auspichiamo che il caso in questione, sia d’esempio per tutti gli organizzatori di eventi, affinché rispettino la normativa e garantiscano il numero di posti previsti per legge per le persone con disabilità - dice la cooperativa -. I disabili che hanno ricevuto una risposta negativa dall’organizzazione per la partecipazione al concerto, possono contattare la nostra cooperativa al 3471852698»
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 13 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:32