Multe per il 2021: previsti circa 6 milioni di euro di incassi. Soldi da investire in sicurezza e manutenzione

Mercoledì 10 Marzo 2021 di Stefania DE CESARE

Multe per il 2021: previsti circa 6 milioni di euro di incassi, ma, con buona probabilità, solo 4 milioni si potranno spendere in sicurezza stradale. Gli altri due, infatti, dovranno essere prudenzialmente accantonati come prevede una legge del 2011 per coprire eventuali, mancate entrate. Il Comune di Lecce ha approvato il quadro economico relativo all'utilizzo dei proventi delle sanzioni agli automobilisti e motociclisti indisciplinati. Il provvedimento redatto dalla Municipale stabilisce la previsione delle entrate derivanti dalle infrazioni al Codice della Strada (CdS): eccesso di velocità, violazione della Ztl e divieti di sosta. Le stime degli uffici sono state effettuate sulla base dell'attività del 2020 e dei primi mesi del nuovo anno.


Per la precisione, il comando di viale Rossini prevede di incassare dalle multe ai furbetti ben 6.500.000 euro (contro i 7.062.000 del 2020), ma il tesoretto da investire per la sicurezza stradale sarà solo di 4.488.196 euro. A pesare sulla contabilità delle amministrazioni, infatti, resta il problema dell'evasione. Anche quest'anno il Comune ha accantonato circa 2 milioni di euro alla voce Fondo crediti di dubbia esigibilità (Fcde): si tratta di entrate che potrebbero anche non esserci e che, dunque, non vanno considerate nel calcolo finale degli investimenti da effettuare sulle strade della città. A condizionare i potenziali introiti ci saranno comunque le restrizioni imposte dalla pandemia, che limitano il numero di automobili in circolazione.


Sul budget disponibile, analizzando nel dettaglio la tabella, i maggiori investimenti sono previsti per la gestione e il miglioramento della sicurezza stradale (circa 524mila euro). Seguono poi gli interventi per manutenzione ordinaria delle strade (420mila euro), per la segnaletica e la sua manutenzione (300mila e 236mila) e per le spese di personale come indennità, turnazione e incentivi (272mila euro). Altri 80mila saranno destinati alla sicurezza stradale degli utenti deboli; 73mila andranno ai photored mentre 47mila euro alle forniture di vestiario degli agenti e per gli accessi alle banche dati. Ancora: 35mila euro la spesa per i carburanti, 60mila euro per la messa in sicurezza e la manutenzione delle piste ciclabili e degli attraversamenti pedonali. Infine una quota di 30mila euro come spesa per la redazione del Piano generale del traffico urbano. «Abbiamo previsto, in maniera trasparente, un puntuale utilizzo delle risorse rivenienti dalle multe dice l'assessore alla Polizia municipale, Sergio Signore -, che non servono ad un generico fare cassa, ma a un potenziamento effettivo della sicurezza stradale e alla costruzione di una mobilità urbana più sicura e adeguata per la nostra città».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 10:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA