Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

È morto Salvatore Caiulo, fondatore della storica Galleria Belle Arti

Salvatore Caiulo all'ingresso del suo negozio
Salvatore Caiulo all'ingresso del suo negozio
2 Minuti di Lettura
Giovedì 7 Luglio 2022, 08:43 - Ultimo aggiornamento: 08:48

Lutto nel modo dell'arte: è morto Salvatore Caiulo soprannominato “Salvatore protettore del pittore”. E' stato il fondatore della Galleria Belle Arti Caiulo a Lecce.

Un luogo visitato da generazioni di leccesi e non solo artisti, pittori, amanti dell'arte. Anche da studenti, a cominciare dalle scuole medie, poi i Licei, quando si dovevano acquistare matite e pennarelli chieste dai professori di disegno. La risposta era sempre la stessa: "le potete trovare da Caiulo". Un luogo magico la sua Galleria in cui si respirava l'arte, l'acricilo dei colori, il profumo delle mine e dei gessetti: per gli amanti e i professionisti un paradiso dell'arte e lui, Salvatore “Toto” Caiulo, ne era un grande conoscitore. 

Caiulo ha lasciato la sua Lecce, aveva 92 anni. A darne notizia è stato il figlio anche attraverso i social: "Devo comunicare a tutti gli amici, conoscenti ed artisti e fornitori che Salvatore Caiulo fondatore della Galleria Belle Arti Caiulo non c'e' piu' - ha scritto in un posto il figlio - .Il 4 luglio all'età di 92 anni, mio padre ci ha lasciati. E' stato un esempio incrollabile di fede per il lavoro, la famiglia, ma sopratutto per l'Arte e gli artisti di questa città".

Esempio di grande volontà e dedizione al lavoro, Caiulo ha trasformato la sua piccola bottega in un punto di riferimento dell'arte - per amanti e professionisti del settore - non solo per la città, ma per tutto il Salento. «Grazie a chi ci sta vicino in questo momento. Il lascito di mio padre é l'eredità più importante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA