Lecce, minacce di morte alla ex moglie: «TI brucio con l'acido». Arrestato

Lecce, minacce di morte alla ex moglie: «TI brucio con l'acido». Arrestato
2 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Ottobre 2021, 19:05 - Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre, 09:07

Molestie e minacce alla ex moglie nonostante un divieto di avvicinamento già scattato alla fine di settembre. Telefonate compulsive, tantissime, anche trenta nell’arco della stessa giornata e poi Sms e minacce di morte. Per questo un 37enne è stato accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecce, che nella tarda mattinata di giovedì hanno eseguito la misura restrittiva della custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Lecce. L’uomo risponde di atti persecutori aggravati e violazione degli obblighi di assistenza familiare.

Il divieto di avvicinamento


In particolare l’uomo, già destinatario, il 30 settembre scorso, di un divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex moglie, avrebbe continuato ad avvicinarla per molestarla e minacciarla. Minacce pesanti: «Ti uccido, ti butto l’acido», le avrebbe detto in varie occasioni. Cosa che ha causato nella vittima un perdurante stato di ansia e di paura e il fondato timore per la propria incolumità e per quella dei propri genitori, costringendola a modificare le proprie abitudini di vita, al fine di evitare le azioni violente dell’ex marito, il quale più volte, anche in passato, l’aveva minacciata di morte. Gli investigatori della Squadra Mobile hanno riscontrato come l’uomo avesse violato ripetutamente il divieto di avvicinamento, arrivando anche a incontrare la donna e a sottrarle il cellulare, così lo hanno arrestato e accompagnato in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA