Lecce, Listkowski cresce con il Lecce per sognare la A: "Così attacco la porta". Domenica il Benevento

Lecce, Listkowski cresce con il Lecce per sognare la A: "Così attacco la porta". Domenica il Benevento
di Tonio DE GIORGI
3 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Febbraio 2022, 18:01

Un compleanno diverso per Marcin Listkowski rispetto alla sua prima stagione in Italia. Spegne  24 candeline. Il regalo? Lo ha fatto lui ai tifosi del Lecce: due gol nelle ultime due partite contro Vicenza e Como. Sta ritrovando il sorriso, il campo, la fiducia nei propri mezzi, quella del tecnico Baroni e dei compagni di squadra. L’apprezzamento di una tifoseria che l’aveva visto giocare davvero poco. L’esterno offensivo polacco rappresenta la risorsa in più del tecnico Baroni in un periodo in cui l’attacco è sotto numero a causa delle defezioni di Rodriguez e Di Mariano. E Asencio sta ritrovando la forma migliore. 

"Baroni mi dice di attaccare la porta": il segreto della stagione

Ma torniamo a Listkowski. Sta trovando continuità e gol. Aveva segnato nella partita di recupero contro il Lanerossi Vicenza e ha fatto gol anche al Como. “Sono contento di aver segnato per due partite di fila – dichiara l’esterno polacco -, il più importante è stato quello contro il Vicenza perché ci ha consentito di vincere la partita”. Il calciatore polacco, nato a Rypin il 10 febbrraio 1998, arrivò al Lecce nella passata stagione, ma il suo inserimento è stato condizionato da un primo infortunio a ottobre 2020 per una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Nel corso della stagione passata la sua presenza in infermeria è stata costante tanto che la sua ultima presenza in campo fu il 24 gennaio del 2021. Anche all’inizio di questa stagione Listkowski ha dovuto fare i conti con un leggero edema interfasciale all’adduttore della coscia sinistra, ma adesso è tutto passato. Lo ha ribadito il direttore dell’area tecnica, Pantaleo Corvino: “Listkowski è stato preso per fare l’esterno, non l’interno”. E Baroni gli ha dato quell’identità di ruolo che prima non aveva. “Adesso sono molto contento – afferma l’attaccante polacco vincolato al Lecce per cinque stagioni - e all’inizio di questa stagione non ho giocato tanto perché dovevo capire quali erano le idee dell’allenatore. Io ero abituato ad avere sempre la palla: era questo il più grande problema. Baroni mi ha dato molti consigli, le indicazioni giuste per cambiare il modo di giocare e oggi i risultati penso si vedano. Mi dice di attaccare spesso la porta. Però, sono consapevole di avere ampi margini di miglioramento e mi impegnerò per questo. Sono sicuro che quando sto bene fisicamente posso essere molto utile alla squadra. Qui mi sono subito trovato benissimo, anche come città. Non è grandissima, ma mi piace così. Dal primo giorno ho capito quanto questa città ami il calcio. Qui sto proprio bene”. 

 

Obiettivo Benevento: Listkowski sarà in campo

Obiettivo: crescere insieme. “I giocatori con esperienza sono sempre importanti – sostiene - anche quando giocavo in Polonia ne avevo molti in squadra. E comunque io cerco di apprendere sia dai più anziani che dai giovani. Siamo un bel gruppo e stiamo crescendo insieme”. Contro il Benevento nella gara di domenica sarà ancora in campo dall’inizio sperando la formazione leccese sia più feroce sotto porta e più fortunata. "Stiamo facendo bene e puntiamo sempre a fare meglio”, conclude Listkowski. Sognando la serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA