Troppi incidenti, la dirigente della Stradale: «Cellulari, droghe e alcol»

La dirigente della Polizia stradale Lucia Tondo
La dirigente della Polizia stradale Lucia Tondo
di Pierangelo TEMPESTA
4 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Luglio 2022, 05:15 - Ultimo aggiornamento: 10:11

Un’estate funestata dagli incidenti stradali, quella di quest’anno. Sette i morti solo nel mese di luglio lungo le strade della provincia di Lecce. Alla lista dei nomi delle tante, troppe vittime, ieri mattina si è aggiunto quello di Luca Antonio Stefanelli, che a soli vent’anni ha perso la vita lungo la strada che collega Tuglie a Collepasso. Il vicequestore Lucia Tondo, dirigente della sezione Polizia stradale di Lecce, parla delle cause principali degli incidenti e delle attività di prevenzione.

Dottoressa Tondo, si registra in questo periodo un aumento degli incidenti. Quali sono le cause?

«Per fare un bilancio corretto è necessario attendere la fine dell’anno e fare una comparazione con l’anno precedente analizzando i dati di tutte le forze dell’ordine che rilevano incidenti sul territorio. Sicuramente, per quanto riguarda i dati della polizia stradale, c’è un incremento di incidenti e le cause sono diverse. Assistiamo a incidenti in contromano, autonomi, frontali, attribuibili a comportamenti di guida scorretti come l’eccessiva velocità. Se si corresse di meno e si rispettassero le norme del codice della strada, che vanno dalla distanza di sicurezza all’obbligo di dare la precedenza, sicuramente il numero di incidenti sarebbe minore o, comunque, avrebbe un impatto meno importante rispetto a quello a cui assistiamo».

Quanto influisce l’assunzione di alcol o droghe?

«Purtroppo l’abuso di alcol, soprattutto nella bella stagione, influisce molto e soprattutto nella fascia di età giovanile. Proprio per questo motivo, nei fine settimana organizziamo servizi operativi appositi. Per quanto riguarda l’uso di droghe, nella notte del 7 agosto saremo su strada con un camper con a bordo un medico e tre tecnici. Le attrezzature ci consentiranno di effettuare il controllo sull’utilizzo di stupefacenti. Attualmente, i controlli vengono effettuati con un precursore, che permette di eseguire una prova di screening. La positività alla droga del conducente, poi, deve essere confermata in ospedale con un prelievo del sangue. La particolare strumentazione presente sul camper, invece, permetterà di effettuare il riscontro sulla positività direttamente su strada, tramite un prelievo di saliva. Questo esame di secondo livello ci consentirà di conoscere anche la tipologia di droga utilizzata e, quindi, di denunciare il conducente e di sospendere la sua patente».

Molte distrazioni alla guida sono causate anche dall’uso del cellulare.

«Durante i controlli, riscontriamo un’altissima percentuale di conducenti che guidano usando il cellulare. Molto spesso gli utenti guidano con il cellulare in mano con il vivavoce, ignorando che anche quella è una modalità scorretta e pericolosa di guidare. È difficile, però, appurare se un incidente si sia verificato a causa dell’utilizzo del telefono. Proprio per questo, spesso oltre ai riscontri oggettivi utili a ricostruire la dinamica del sinistro, si procede con il sequestro del cellulare del conducente e, attraverso l’esame dell’apparecchiatura, si verifica se il conducente lo stesse usando o meno».

È corretto dire che alcuni incidenti avvengono per “colpa” delle strade?

«Non bisogna puntare il dito contro le strade. Assistiamo a molti cantieri finalizzati a migliorare le infrastrutture. Piuttosto, è necessario adeguare la nostra guida alle regole del codice della strada e utilizzare la precauzione necessaria quando si guida un’auto. Bisogna essere consapevoli che, se ci si mette alla guida, si deve essere riposati e non bisogna aver bevuto. Si deve essere nelle migliori condizioni possibili, perché una distrazione può essere fatale».

Quali sono le iniziative finalizzate alla prevenzione degli incidenti in questa stagione estiva?

«Oltre all’iniziativa del 7 agosto di cui si è parlato, saranno intensificati i controlli nelle date particolari, come la notte di San Lorenzo e la notte di Ferragosto. Ci saranno più controlli sull’uso di alcol e droghe alla guida e, durante il giorno, svolgeremo i servizi con autovelox e telelaser per contrastare il superamento dei limiti di velocità. La mattina del 6 agosto, inoltre, in una località ancora in corso di individuazione ci sarà la presenza del pullman azzurro del servizio di polizia stradale: un’aula multimediale all’interno della quale i ragazzi potranno assistere a simulazioni di guida su percorsi pericolosi e accidentati e potranno ripassare le regole del codice della strada per una guida più sicura». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA