Lecce, cessione e rilancio Alcar, firmata l’ipotesi di accordo: investimento da 13 milioni

Mercoledì 2 Febbraio 2022 di Pierpaolo SPADA

Firmata pochi minuti fa al Mise un’ipotesi di accordo per la cessione e il rilancio di Alcar Industrie nei siti di Lecce e Vaie. Venerdì il voto degli operai convocati in assemblea.

Dopo due mesi di trattative e un tavolo fiume, la bergamasca AIM, di proprietà di OVV spa, ha presentato un piano che prevede 13 milioni di investimenti per i due stabilimenti, e proposto l’assunzione di 193 lavoratori su 383 oggi in forza, di cui 125 a Lecce e 68 a Vaie.
I 190 lavoratori che resteranno in forza al fallimento avranno la copertura della cassa integrazione fino al 31 dicembre 2022 e saranno inseriti in un bacino dal quale AIM dovrà assumere in via prioritaria nel corso dei prossimi 18 mesi. Inoltre con le regioni Puglia e Piemonte sarà avviato un percorso di politiche attive che prevedrà interventi formativi e di sostegno.
Soddisfatti i sindacati: «Riteniamo che l’intesa raggiunta sia un solido punto di partenza che può consentire il rilancio industriale e l’opportunità di una continuità occupazionale che potrà realizzarsi nel corso dei prossimi mesi», affermano i coordinatori automotive nazionali di Fiom cgil e FimCisl, Simone Marinelli e Stefano Boschini

© RIPRODUZIONE RISERVATA