Ladro “beccato” in una casa: l'arresto lo salva dal linciaggio della folla

Ladro “beccato” in una casa: l'arresto lo salva dal linciaggio della folla
E' stato beccato in flagranza e, per poco, non ha rischiato il linciaggio il ladro sorpreso ieri sera tardi a Strudà, mentre tentava di mettere a segno un furto in un appartamento. I cittadini della piccola frazione di Vernole hanno invaso la strada e circondato l'abitazione. Altri tre malviventi sono riusciti a fuggire, probabilmente a bordo di un'Alfa Romeo. 
Erano le 21, quando in via Oronzo Reale, al civico 22 accorrevano i carabinieri delle stazioni di Melendugno, Lizzanello, Calimera e quelli della sezione radiomobile del Norm della compagnia di Lecce. Dopo una perlustrazione del circondario, hanno stretto le manette ai polsi di Daniel Milanov, serbo senza fissa dimora. Verso le 20.30, infatti, qualcuno aveva segnalato al 112 la presenza di un'auto sospetta, già avvistata nei Comuni dove, in questi giorni, si sono susseguiti diversi furti in appartementi e villette.
Così i ladri sono stati sorpresi mentre uscivano da una casa e raggiungevano un quinto complice che li aspettava in auto, una Alfa Romeo Giulietta risultata rubata a Catanzaro. L'auto si è dileguata in pochi istanti, facendo perdere le proprie tracce, mentre gli altri quattro ladri sono fuggiti sui tetti delle abitazioni circostanti, ma Milanov è stato sorpreso di lì a poco nel giardino di una villetta, attorno alla quale in pochi minuti si sono radunati circa un centinaio di cittadini.
Solo la presenza dei carabinieri ha impedito che la folla linciasse il ladro, accompagnato in carcere dopo essere stato curato dai medici dell'ospedale di Lecce per una ferita che si è procurato nel tentativo di fuggire.
Le indagini per rintracciare il resto della banda sono ancora in corso. 
 
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 10 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 12:57