La torre di Roca è crollata: «Salvaguardare è vivere», la provocazione di un fotografo

Lo scatto di Antonio Palma
La torre scompare dall'orizzonte di Roca e il mare batte la scogliera orfana di uno dei simboli indiscussi di questo pezzo di costa adriatica. Lo scatto del fotografo calimerese Antonio Palma “cancella” la torre per richiamare tutti a una maggiore salvaguardia di quello scrigno di tesori che è Roca, il Salento più in generale.

Presa d'assalto dai turisti, senza servizi adeguati ad accoglierli e senza investimenti adatti a proteggerne le delicate insenature, le cavità naturali - si pensi alla Poesia - e le aree archeologiche, Roca potrebbe ben presto restare un lontano ricordo di ciò che abbiamo imparato a conoscere e amare. Da qui la provocazione di Palma, che ha gentilmente concesso a Quotidiano questo scatto.

Un invito a preservare la bellezza, di cui siamo tutti custodi e responsabili. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 24 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 15:18