La polizia sgombera il rave party a Castrì, scontri. Controlli di Ferragosto, tre arresti

La polizia sgombera il rave party a Castrì, scontri. Controlli di Ferragosto, tre arresti
3 Minuti di Lettura
Martedì 16 Agosto 2022, 17:02

La polizia sgombera il rave party iniziato alla vigilia di Ferragosto nelle campagne di Castrì, alle porte di Lecce. La "festa" sarebbe dovuta durare quattro giorni, ma l'intervento della Polizia ha messo fine con anticipo al divertimento. Musica spenta, identificati gli organizzatori e anche qualche scontro: da una parte le sassaiole, dall'altra la reazione degli uomini in divisa e qualche carica. Una persona ferita.

Lo sgombero

Le forze di polizia hanno circondato l'area impedendo l'accesso ad altre persone già dalle prime del mattino di Ferragosto, e i partecipanti hanno iniziato ad allontanarsi spontaneamente dal campo occupato abusivamente. Gli organizzatori hanno spento gli impianti audio e la musica martellante è cessata. Al rave partecipavano circa mille persone.

I controlli di Ferragosto

Un dispositivo straordinario voluto dal Questore Andrea Valentino, rafforzato da personale proveniente da altre province, ha permesso di garantire maggiormente l’ordine e la sicurezza pubblica su tutto il territorio di competenza, comprese alcune marine pattugliate dagli acquascooter della Polizia di Stato. I risultati operativi raggiunti sono relativi sia al contrasto allo spaccio e all’uso e di droga e alcol e, di conseguenza, alla guida sotto i loro effetti; dai reati predatori ai controlli amministrativi ed al controllo di persone sottoposte agli obblighi dell’Autorità Giudiziaria.

Tre arresti

Nel corso del periodo interessato sono state arrestate 3 persone: una per detenzione illegale di armi e munizionamento e detenzioni ai fini di spaccio di sostanza stupefacente; gli altri due per furto.

Ventuno, invece, sono state le persone denunciate a piede libero, molte delle quali per detenzione di droga ai fini di spaccio. Da segnalare anche un turista 21enne catanese, giunto al pronto soccorso di Gallipoli in evidente stato di ubriachezza, che ha sferrato due pugni sul torace e sullo zigomo dell’operatrice sanitaria ed è stato denunciato per violenza e lesioni a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Si segnalano anche una denuncia per porto abusivo di armi e porto di oggetti atti ad offendere, una per stalking e due per truffa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA