La corsa dai Comuni alla Regione

Sunday 28 June 2020 di Paola COLACI
Di certo, al momento, c'è il rischio di affollamento. E più il tempo passa, più gli spazi si restringono. E le fibrillazioni aumentano. All'appuntamento del 20 e 21 settembre per il rinnovo del Consiglio regionale mancano appena tre mesi. E meno di 60 giorni alla presentazione delle liste di candidati che scenderanno in campo per tirare la volata ai cinque aspiranti alla carica di nuovo governatore di Puglia.
L'intervista/Delli Noci: «Mi candido per portare Lecce e il Salento a Bari»
In campo per il centrosinistra c'è l'uscente Michele Emiliano con il Pd e il suo esercito di 6 civiche. A sfidarlo Raffaele Fitto e il suo blocco di centrodestra con Fratelli d'Italia, Forza Italia, la Lega e altre due civiche. Ma in campo c'è anche Italia Viva di Matteo Renzi con il candidato Ivan Scalafarotto, l'ex grillino Mario Conca pronto a correre da solo con la civica Cittadini Pugliesi e la pentastellata Antonella Laricchia, già candidata nel 2015. Ma tant'è.
Se a Bari si lavora all'election day di settembre, nel Salento la corsa al per la conquista dei seggi è già partita. E tra conferme e new entry, le prime pedine sullo scacchiere delle candidature sono già piazzate. Nel Pd, innanzitutto, dove sono già certe le candidature dell'attuale assessore al Turismo Loredana Capone e del consigliere regionale Sergio Blasi. Ma anche dell'ex sindaco di Racale Donato Metallo. Ma anche nelle civiche, in cui ha già trovato posto il vice sindaco di Lecce Alessandro Delli Noci. Ipotesi di candidatura per l'ex sindaco e attuale consigliere comunale di Gallipoli Flavio Fasano. Già certa, invece, la volontà di riconferma per i consiglieri regionali di maggioranza uscenti Ernesto Abaterusso, Paolo Pellegrino e Mario Pendinelli.
Ma a scendere in campo per la corsa alla riconferma saranno anche l'assessore alla Formazione e al Lavoro Sebastiano Leo e l'ex Capo di Gabinetto della Provincia Mazzei. E poi l'uscente Mario Romano. O, in subordine, il figlio e attuale consigliere provinciale Massimiliano. Campagna elettorale già partita, infine, per l'ex sindaco di Cutrofiano Oriele Rolli, dimessosi da primo cittadino già a gennaio.
Sul versante opposto, tra le file del centrodestra, a tirare la voltata a Fitto nella lista Fratelli d'Italia saranno i consiglieri regionali uscenti Saverio Congedo e Luigi Manca. Ma anche l'ex presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e l'ex sindaco di Monteroni Lino Guido. Squadra già quasi al completo per Forza Italia che a Lecce quasi sicuramente schiererà l'ex consigliere regionale Antonio Buccoliero e l'uscente Aldo Aloisi. Ma anche l'ormai ex sindaco di Tricase Carlo Chiuri, il quale proprio nei giorni scorsi ha incontrato il vice presidente di Forza Italia Antonio Tajani. Infine, la neretina Paola Mita, Antonella Previtero di Taviano e l'ex candidato sindaco e consigliere di Copertino Vincenzo De Giorgi. Riserva ancora da sciogliere, invece, per il segretario provinciale dei berlusconiani Paride Mazzotta. Per parte sua, la Lega è già pronta a schierare ai nastri di partenza il coordinatore provinciale Gianni De Blasi, l'editore tv Paolo Pagliaro, Fernando Tarantino, Mino Miccoli, Salvatore De Cruto. Ma anche Massimo Martella, attuale sindaco di Nociglia e prossimo alle dimissioni secondo i ben informati. E ancora, a correre in solitaria, per la guida della Regione e contro Emiliano, saranno invece i fedelissimi dell'ex premier Matteo Renzi e del ministro alle Politiche Agricole Teresa Bellanova. E la lista del candidato presidente Scalafarotto potrebbero comporsi con le candidature dei coordinatori provinciali Ada Fiore e Massimo Toma. Già certa, infine, la corsa alla riconferma dei consiglieri regionali uscenti del Movimento 5 Stelle Cristian Casili e Antonio Trevisi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA