Insulti sessisti alle gattare, il proprietario del canile si scusa

Martedì 10 Dicembre 2019 di Stefano MARTELLA
Dopo gli insulti sessisti alle animaliste arrivano le scuse di Domenico Clemente, responsabile del pronto soccorso felino del Comune di Lecce. “Con il presente post, visti gli accaduti mediatici in questi giorni, ci tengo a precisare che il senso del mio post è stato travisato da alcune persone e non è stata mia intenzione offendere nessuno e pertanto lo eliminerò al fine che nessuno si sente chiamato in causa - scrive Clemente sulla sua pagina Facebook -. Chi mi conosce sa che sono una persona anni luce distante dalle accuse comportamentali fatte nei miei confronti. Purtroppo da diverso tempo vengo attaccato personalmente ed offeso da diverse persone e ciò mi ha indotto a perdere il controllo e a rispondere in questa maniera. Non mi ritengo sessista ed inoltre se ho usato toni che hanno potuto far risentire qualcuno chiedo umilmente scusa per l’accaduto”.

Insulti sessisti alle gattare: «Dovete estinguervi tutte»

È arrivato, dunque, il “minimo sindacale” invocato dall’assessore Angela Valli, cioè le scuse del responsabile, che nella giornata di giovedì scorso, su un gruppo Facebook, aveva apostrofato pesantemente le volontarie leccesi, con allusioni sessuali, insulti sessisti e augurandole l’infertilità e la soppressione, provocando indignazione e sconcerto. Non verranno presi ulteriori provvedimenti nei confronti di Clemente, considerato che a fine mese scadrà la convenzione (sottoscritta ai tempi dell’ex assessore Andrea Guido) che lo lega al Comune di Lecce e che dovrebbe sancire la fine di un rapporto ormai logoro con il mondo dell’associazionismo e del volontariato.  © RIPRODUZIONE RISERVATA