Infarto alla stazione, salvato in extremis da due infermieri salentini: andavano a fare un concorso

Giovedì 9 Gennaio 2020
Un 67enne che attendeva il treno diretto per Milano è stato colto da infarto alla stazione di Pescara, in Abruzzo. Ed è stato salvato in extremis da quattro infermieri - due dei quali salentini - in forze alla clinica medica dell'ospedale Santissima Annunziata di Chieti e che stavano raggiungendo Pesaro in treno per sostenere gli esami di un concorso della Asl locale.

Due notti sulle scale dopo la caduta: muore in ospedale
Giorgio Tirabassi, infarto alla presentazione del nuovo film: è in ospedale ad Avezzano
Studente ha un arresto cardiaco a scuola, il professore gli salva la vita

Gli infermieri - M.C e G.E le iniziali dei due provenienti dal Salento - secondo quanto riporta Chieti Today stavano aspettando il treno e sono quindi riusciti a soccorrere il 67enne in modo tempestivo, allertando subito il 118. I due pugliesi hanno immediatamente capito la gravità della situazione, avviando le manovre di rianimazione che, insieme all'uso del defibrillatore recuperato dal capotreno, gli hanno salvato la vita, Il 67enne si trova ora ricoverato all'ospedale di Pescara. Ultimo aggiornamento: 18:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA