Incidente nella notte a Leverano, moto contro auto: morto un 19enne

Incidente nella notte a Leverano, moto contro auto: morto un 19enne
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Luglio 2022, 07:14 - Ultimo aggiornamento: 25 Luglio, 18:49

Un altro incidente, un'altra tragedia della strada si è verificata nella notte e purtroppo il Salento conta un'altra giovane vittima: si tratta di un ragazzo di appena 19 anni.

Lo schianto dopo l'una di notte

Lo schianto è avvenuto poco dopo l'una della notte lungo via Cavalieri, nei pressi della Locanda Calieri, a Leverano. Un gruppo di ragazzi a bordo di scooter e moto era diretta verso Porto Cesareo per trascorrere il resto della notte in uno dei locali della marina. A un certo punto, per cause tutte da accertare, la moto Keeway 125 a bordo della quale viaggiava uno dei componenti della comitiva si è andata a schiantare contro un'auto che procedeva nell'opposta direzione di marcia.

E' stato il caos: il ragazzo a bordo della moto è morto sul colpo. Si tratta di Francesco Caragiuli, appena 19enne, di Leverano. Ferito gravemente anche il giovane di 22 anni a bordo dell'auto - una Ford Fiesta - contro la quale la moto è andata a collidere. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Leverano e i colleghi del Radiomobile di Campi Salentina per regolare il traffico e per effettuare i rilievi, che saranno poi utili a ricostruire la dinamica dello schianto e le eventuali responsabilità. Sotto choc gli amici con cui la giovane vittima avrebbe dovuto trascorrere la serata in allegria.

I soccorsi

Il conducente della Fiesta è stato trasportato in ospedale, al "Fazzi" di Lecce, in codice rosso per dinamica. Non corre pericolo di vita. Come da prassi nel caso di incidenti gravi, sarà sottoposto a tutte le analisi per verificare se al momento dell'impatto avesse bevuto o fosse sotto l'effetto di altre sostanze.

Il corpo della giovane vittima è stato invece trasferito nella camera mortuaria del "Fazzi" a disposizione del magistrato di turno, che con ogni probabilità disporrà un esame cadaverico da parte del medico legale prima di consegnare la salma alla famiglia per i funerali.

La vittima

Francesco si era appena diplomato all'istituto tecnico per Geometri a Lecce ed era già stato a Pescara per cercare casa: a settembre si sarebbe trasferito lì per studiare Architettura all'Università. Fino a un anno fa era pallavolista nella società sportiva del suo paese. La mamma, farmacista a Lecce, e il padre titolare di un mobilificio a Leverano sono molto noti in un paese che, appresa la notizia questa mattina, si è svegliato sotto choc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA