Incendio nella notte a Gallipoli: le fiamme bruciano l'auto del consigliere comunale e al Canneto distrutte due barche

Incendio nella notte a Gallipoli: le fiamme bruciano l'auto del consigliere comunale e al Canneto distrutte due barche
3 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Novembre 2022, 08:03 - Ultimo aggiornamento: 15:53

Notte di fuoco a Gallipoli, quella appena trascorsa. Due barche e un'auto sono state avvolte dalle fiamme, per causa ancora tutte da stabili. Sul posto i vigili del fuoco che hanno provveduto a domare l'incendio.  Alle ore 21:35 circa una squadra dei vigili del fuoco di Gallipoli è intervenuta presso lo scalo di alaggio zona Canneto per un incendio che stava interessando due imbarcazioni. Spente le fiamme e messo in sicurezza la zona operazioni i vigili del fuoco hanno avviato le indagini, tuttora in corso, per stabilire le cause che hanno generato il rogo.

IL SINDACO 

“A nome personale e di tutta l’Amministrazione comunale esprimo al consigliere e all’amico Mino Nazaro vicinanza e solidarietà per quanto accaduto. Le cause sono ancora ignote e sono certo che le Forze dell’Ordine faranno presto chiarezza: è infatti ancora da accertare la natura dell’incendio, dolosa o meno. Qualora ci fosse del dolo, condanniamo fermamente il vile gesto, prendendone le distanze e assicurando la serietà e la correttezza politica del consigliere: un atto intimidatorio non ostacolerà l’azione della macchina amministrativa”.

L'auto in fiamme

Intorno alle 02:24 invece, sempre una squadra dei vigili del fuoco di Gallipoli è intervenuta nel centro storico e della cittadina ionica per un incendio autovettura marca Fiat modello Freemont. L'auto è di proprietà l'auto della moglie del consigliere comunale di maggioranza a Gallipoli, Cosimo Nazaro. All’arrivo della squadra dei vigili del fuoco l’incendio era generalizzato e l’irraggiamento delle fiamme stavano coinvolgendo un portone d’ingresso di un’abitazione un’insegna pubblicitaria è un palo della pubblica illuminazione. I vigili del fuoco hanno prvedduto a spegnere le fiamme e mettere in sicurezza la zona. L'origine dell'incendio è dolosa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA