Notte di fuoco in città: in fumo l'auto di un noto imprenditore

Lunedì 21 Ottobre 2019
È mistero sulle cause degli incendi che hanno coinvolto due autovetture a Lecce e San Cesario, nella provincia salentina. Il primo incendio, sul quale stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Lecce per capire se sia di origine dolosa, è divampato poco dopo le 21 di ieri sera a bordo di una Mercedes GLC parcheggiata in via Parini, a Lecce. L'auto è intestata alla moglie di Simone Acquaviva, noto imprenditore della città.

Notte di fuoco a Fasano: quattro auto incendiate

Incendio alla concessionaria: distrutte 3 auto

Le fiamme che si sono sprigionate nella parte anteriore dell’autovettura hanno interessato anche un’altra autovettura, una Citroen Picasso parcheggiata vicina. I carabinieri stanno controllando le immagini delle telecamere presenti in zona.



Il secondo incendio invece si è sviluppato intorno alle 5 di questa mattina nel parcheggio dell’ospedale di San Cesario. Le fiamme hanno avvolto una  Renaut Laguna ferma nel parcheggio da circa due anni, senza batteria e piena di rifiuti, di proprietà di un pregiudicato leccese. Accertata la natura dolosa del rogo. I danni riportati dalle autovetture sono in via di quantificazione.
  Ultimo aggiornamento: 11:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA