Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Houben, professore di Unisalento, vince un premio internazionale per la ricerca in storia

Houben, professore di Unisalento, vince un premio internazionale per la ricerca in storia
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Luglio 2022, 12:27 - Ultimo aggiornamento: 12:53

A Hubert Houben, professore ordinario di Unisalento (Storia medievale) e accademico dei Lincei, il prestigioso premio internazionale "Humbdolt Research Award". La cerimonia, fa sapere l'università leccese, si è tenuta nei giorni scorsi a Berlino nello Schloss Bellevue, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Federale Tedesca, dove lo storico del Medioevo ha ricevuto il riconoscimento dal professor Hans-Christian Pape, Presidente della Fondazione von Humboldt. Questo premio alla ricerca, creato nel 1972, viene conferito annualmente dalla Fondazione a studiosi particolarmente meritevoli e di fama internazionale: in precedenza, tra gli italiani il premio era stato assegnato solo al germanista Claudio Magris nel 1992 e allo storico modernista Carlo Ginzburg nel 2007.

Le motivazioni del premio

Nelle motivazioni per il conferimento del premio al professor Houben, sono state ricordate le sue fondamentali ricerche sulla storia del Mezzogiorno medievale dall’età normanno-sveva fino al tardo XV secolo, gli studi sulla storia dell’Ordine Teutonico e quelli sulle relazioni cristiano-musulmane nel Mediterraneo medievale, come pure le sue importanti innovazioni metodologiche, che hanno aperto nuovi campi di ricerca e fornito l’accesso a testi e documenti a lungo dimenticati.



«Questo riconoscimento conferma l’elevata qualità degli studi medievistici promossi dal nostro Ateneo che, anche attraverso le attività del Centro Studi Medievali, punta a fare di Lecce un polo di eccellenza e una sede ad alta attrattività nell’ambito dei cosiddetti Medieval Studies - sottolinea il Direttore del Centro Francesco Somaini -. In questo senso un premio di prestigio assoluto come quello conferito al professor Houben certifica la qualità delle ricerche che a Lecce vengono promosse, e conferma la validità dell’idea di valorizzare il ruolo del nostro Ateneo in questo campo. Siamo dunque particolarmente orgogliosi di questo riconoscimento, da cui potrà derivare anche uno stimolo importante per proseguire con ancor più convinzione lungo il percorso su cui ci si è avviati».

Chi è Hubert Houben

Hubert Houben è dal 2001 professore ordinario di Storia medievale all’Università del Salento e dal 2007 Presidente del Centro interdipartimentale di ricerca sull’Ordine Teutonico nel Mediterraneo. Ha insegnato nelle Università di Potenza (Università della Basilicata) e di Bologna, è stato senior visiting research fellow al St John’s College di Oxford, Direttore reggente dell’Istituto Internazionale di Studi Federiciani del CNR a Potenza-Castel Lagopesole e visiting professor nelle Università di Vienna e Berlino. Dal 2016 è Presidente della Commissione Storica Internazionale per la ricerca sull’Ordine Teutonico (Internationale Historische Kommission zur Erforschung des Deutschens Ordens - Vienna) e membro del Consiglio scientifico del progetto “L’edizione dei diplomi dell’imperatore Federico II” della Commissione Storica dell’Accademia Bavarese delle Scienze (Bayerische Akademie der Wissenschaften) a Monaco di Baviera. Dal 2010 è socio ordinario dell’Accademia Pontaniana (Napoli) e dal 2017 membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA