Febbre e mal di gola: Gallipoli e i casi segnalati su Tik tok. Ma non è Covid: «Nessun allarme»

Il pronto soccorso dell'ospedale di Gallipoli
Il pronto soccorso dell'ospedale di Gallipoli
di Rita DE BERNART
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 10:45 - Ultimo aggiornamento: 21:24

Un virus che causa occhi rossi, febbre e mal di gola: ma non si tratta di Covid o, quantomeno, il tampone antigenico lo esclude. La denuncia arriva da alcuni ragazzini in vacanza attraverso una serie di video pubblicati su Tik tok, le  stesse segnalazioni però sarebbero arrivate anche da giovani turisti di rientro dalle vacanze a Riccione, Pag e Corfù. Ma si esclude ogni forma di emergenza a Gallipoli: dal pronto soccorso della cittadina jonica giunge la conferma di alcuni ingressi di turisti con questa sintomatologia, la situazione è tuttavia ritenuta sotto controllo e rientra al momento nell’ordinarietà.

Alcuni turisti manifestano sintomi

«In questi giorni sono arrivati alcuni turisti che manifestano questi sintomi - dicono gli addetti del reparto di emergenza - ma nulla di particolarmente preoccupante. Non c’è un virus di Gallipoli, anche in altre località qualcuno lamenta questi disturbi ma potrebbe trattarsi semplicemente di un virus comune di quelli che circolano dove c’è maggiore concentrazione e promiscuità».  Anche se nella cittadina jonica, in particolare, gli occhi sono puntati ad alcuni sversamenti in mare di liquami provenienti da uno scarico fognario, in disuso da tempo, presente sul lungomare Galileo Galilei.  In attesa dei rilievi e delle verifiche, il personale sanitario invita alla calma e alla prudenza. 

Palese: «Al momento, nessuna emergenza»

Anche l'assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese, esclude che vi sia allarme per la salute di residenti e turisti. Non sono pervenute alla Regione segnalazioni tali da provocare preoccupazione: «Non ho ricevuto alcun tipo di informazione, in merito. Escludo che ci siano problematiche particolari, penso invece a situazioni ordinarie. Tuttavia, faremo tutti i dovuti approfondimenti.

Le rassicurazioni del sindaco 

Anche dall’Amministrazione comunale arriva la rassicurazione e l’invito alla calma. «Riguardo all’ipotetico video - spiega il sindaco Stefano Minerva -  stiamo provvedendo a sporgere denuncia perchè non c’è nulla di accertato e al momento nessuna emergenza. Riguardo ai liquami sversati in mare sono gia stati fatti i rilievi e stiamo aspettando l’esito delle analisi per capire di che tipo di materiale si tratta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA