Gallipoli, nave da crociera in porto. Al via la stagione turistica

Gallipoli, nave da crociera in porto. Al via la stagione turistica
di Antonella MARGARITO
6 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Aprile 2022, 09:08 - Ultimo aggiornamento: 12:50

Benvenuta Artania. È arrivata di prima mattina ed ha attraccato al porto di Gallipoli la nave da crociera Artania partita ieri sera dal porto di Trieste. Il suoi 630 passeggeri scenderanno oggi in città e visiteranno il centro storico che per l'occasione si è preparato.

Il giro del mondo in quattro mesi: torna la crociera da sogno, con partenza da Bari

Lunga 230 metri, la Artania ha 537 membri di equipaggio e una capacità massima di 1260 passeggeri ridotta ora quasi al 50 per cento a causa del Covid.

La nave Artania apre la stagione crocieristica gallipolina che prevede nel mese di aprile altri due arrivi.

Artania inaugura così la stagione crocieristica: dopo anni di programmazione, Gallipoli ospiterà nel 2022 una dozzina di navi da crociera del settore luxury, numero che è destinato ad aumentare. Diverse le compagnie straniere che si alterneranno nel porto gallipolino a partire da aprile fino a novembre, con unica pausa nel mese di agosto.

La programmazione

Le novità sulla nuova stagione crocieristica è stata presentata questa mattina dal sindaco Stefano Minerva, dalla consigliera delegata al settore crocieristico Titti Cataldi, dall’agente marittimo Sergio De Luca e dal pilota di porto Giacomo Pepe. Tra i presenti anche Fernando Nazaro per Confindustria e Giosuè Olla Atzeni, direttore GAL Terra d’Arneo.

Puglia, ritornano i turisti. Da Pasqua all'estate sarà pienone come il pre covid

«Gallipoli protagonista del Mediterraneo. È stata una scommessa vinta con l’aiuto di tanti attori. In questo momento storico, quello di oggi è un gran risultato, frutto del lavoro di una grande squadra - ha detto il sindaco Stefano Minerva -. Ognuno ha un proprio ruolo specifico, un coro a più voci che lavora nella consapevolezza che il proprio impegno diventi un vantaggio per la città e per il territorio.  Anche quando molti erano scettici abbiamo creduto in questo percorso, la nomea di questi anni sembrava non potesse dare questa prospettiva a Gallipoli ma ce l’abbiamo fatta. È un lavoro che stiamo portando avanti e lo faremo sempre con caparbietà».

L'accoglienza dei turisti

La città, da giorni, è pronta per accogliere i turisti della nave: non solo i frantoi ipogei e i contenitori culturali sono ora aperti e fruibili, ma anche le chiese del centro storico dalla cattedrale di Sant’Agata alla chiesa di San Francesco d’Assisi fino alla chiesa di Santa Maria della Purità. Inoltre, ai piedi dell’orologio in piazzetta Santa Teresa, ad accogliere i turisti anche Antonio Vincenti impegnato nel racconto sulla lavorazione e sull’uso delle reti da pesca, spiegando non solo l’intreccio in giunco delle nasse ma anche come si realizza un palamito e la relativa pesca con lo stesso: uno scorcio su un momento di vita che è tipica della storia gallipolina fatta di mare e di pesca.

«L’approdo nel porto di Gallipoli della nave da crociera Artania. la prima del 2022, ci inorgoglisce; il calendario di approdi previsti per l’anno in corso, testimonia come quest’Amministrazione abbia lavorato bene sulla strada dello sviluppo del segmento del turismo crocieristico - ha aggiunto l’assessore al turismo Rossana Nicoletti, non presente nella conferenza per motivi personali - La nostra città merita di entrare nel circuito delle mete del mediterraneo da visitare: abbiamo un patrimonio artistico e culturale inestimabile, un centro storico ricco di barocco gallipolino e tradizioni religiose e non solo. Ringrazio gli operatori del settore e le varie associazioni del centro storico che hanno accolto l’appello a presentare vivo il nostro centro storico».

Ad accogliere i giornalisti anche la consigliera con delega al settore crocieristico, Titti Cataldi: «Oggi per noi è un giorno di festa. Dopo due anni di blocco a causa dell'emergenza sanitaria, ritorniamo a inaugurare la stagione crocieristica nella nostra città. In questi giorni di estrema tensione internazionale, la Nave Artania ci fa ben sperare in un futuro migliore. Frutto di un intenso lavoro dell'Amministrazione comunale e degli operatori del settore, in questa stagione 2022 numerose saranno le navi che approderanno a Gallipoli, con un flusso di migliaia di passeggeri che porteranno con sé il valore culturale di Gallipoli e del Salento. L'obiettivo che stiamo cercando di raggiungere è quello di attrarre le compagnie da crociera con appositi protocolli d'intesa che incentivino a scegliere Gallipoli. Inoltre, altro passo importante, parte dal progetto THEMIS, finanziato dalla Commissione europea, sarà l'inaugurazione a breve del Terminal nel porto di Gallipoli con funzioni di Information Point e di coordinamento, con l'obiettivo di aumentare la nostra capacità di accoglienza dei passeggeri”.

Le possibilità date dalla struttura portuale e l'attrattività turistica del luogo sono gli ingredienti competitivi sui quali l’Amministrazione sta puntando per arricchire il programma. A dare man forte alla questione, Sergio De Luca, agente marittimo e Giacomo Pepe, pilota del porto.

«Il nostro compito è quello di assistere le navi sul territorio, fornendo l’assistenza sia ai passeggeri che all’equipaggio. Oggi Artania apre la stagione 2022 ed è il primo giorno in cui i passeggeri possono scendere dalla nave in autonomia. Questo vuol dire che i turisti potranno muoversi come e dove vorranno per la città di Gallipoli. Sono previsti due scali ancora per il mese di aprile: uno il 21 e l’altro 26, le navi arriveranno nel porto fino a novembre con un’unica pausa in agosto», dichiara Sergio De Luca.

«La banchina del porto di Gallipoli è lunga 400 metri, con fondali con oltre 10 metri di pescaggio: questo vuol dire che qualsiasi nave può entrare a Gallipoli. In questi anni si è lavorato tanto per rendere il porto attrattivo porto sicuro e stiamo raggiungendo risultati straordinari», aggiunge Giacomo Pepe.

A salutare i presenti anche il vice presidente di Confindustria – Fernando Nazaro e Giosuè Olla Atzeni - direttore GAL Terra d’Arneo. Entrambi hanno ribadito quanto questo turismo sia estremamente importante per il territorio puntando a far divenire Gallipoli l’hub del Mediterraneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA