Gallipoli, a ballare nel locale nonostante i divieti: interviene la Polizia. Scattano multa e chiusura

Gallipoli, a ballare nel locale nonostante i divieti: interviene la Polizia. Scattano multa e chiusura
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Luglio 2021, 14:58 - Ultimo aggiornamento: 4 Luglio, 19:37

Mentre i locali da ballo di tutta Italia ripetono appelli e preghiere al Governo per l'apertura delle discoteche, gli agenti del commissariato di Gallipoli hanno chiuso un locale notturno a Baia Verde, a Gallipoli, proprio per assembramenti e balli liberi, senza mascherine o altri dispositivi di protezione individuale. 

Dopo aver constatato la presenza, durante la tarda serata e le ore notturne, di centinaia di giovani intenti a ballare «in violazione dell’attuale normativa che, ancora, non ha stabilito la riapertura dei locali da ballo», gli agenti del commissariato della Città Bella, insieme a quelli del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” di Lecce, hanno identificato numerosi avventori, oltre ai dipendenti e al dj e, alla richiesta di spiegazioni, hanno dichiarato di essere lì a bere e bere qualche drink. 


Al titolare del locale è stata contestata la violazione della normativa anti-covid, con una multa di 400 euro e la sanzione accessoria dell'immediata chiusura del locale, che dovrà tenere le porte serrate per cinque giorni.
È al vaglio della Prefettura anche una proroga della chiusura. 

Leggi anche

Discoteche chiuse, la rivolta parte da Gallipoli. In campo anche il sindaco: «Basta scuse, hanno diritto di lavorare». Appello del Silb al Governo

Salento, la rivolta delle discoteche: «Andremo a Roma per le riaperture»

Green pass al via ma non per tutti: i “buchi” della legge. Le norme poco chiare penalizzano genitori e italiani all’estero

© RIPRODUZIONE RISERVATA