Invasione di moscerini, il Comune fa decollare un drone per dare loro la caccia

Invasione di moscerini, il Comune fa decollare un drone per dare loro la caccia
di Antonella MARGARITO
2 Minuti di Lettura
Martedì 1 Giugno 2021, 16:07 - Ultimo aggiornamento: 16:08

Sciami di insetti mai visti. E sullo strano fenomeno prende il via l'indagine del nucleo specialistico della polizia locale e dell'ufficio ambiente del Comune di Galatone.
Insetti e moscerini stanno assediando una vasta area tra Galatone e Nardò.
Un fenomeno inquietante oltre che estremamente fastidioso e tale da compromettere anche il sereno lavoro o la quotidianità di chi in quella zona vive e opera.
Tantissime, infatti, sono state le denunce in tal senso al Comune di Galatone da parte di cittadini che armati di bombolette di insetticida non sono riusciti in nessun modo a debellare gli insetti molestatori che più che in sciami sembrano essersi organizzati in branchi famelici.
Non è mancata la preoccupazione da parte degli amministratori che come primo intervento hanno pensato bene di organizzare un bel giro di disinfestazione straordinaria per poi cercare di capire meglio l'origine dello strano fenomeno.


«A seguito delle numerose segnalazioni dei titolari e degli operatori delle aziende della zona industriale di Galatone e Nardò sulla presenza di sciamature di insetti senza precedenti - spiega l'assessore all'ambiente del Comune di Galatone, Roberto Bove - di concerto con il presidente dell'Asi, sono stati pianificati più interventi di disinfestazione alare, così come il Comune di Nardò ne ha predisposti ulteriori».

Il primo intervento di disinfestazione è stato eseguito nella notte tra giovedì 27 e venerdì 28 maggio comprendendo l'intera zona industriale di Galatone e Nardò.
L'assessore Roberto Bove, nella consapevolezza che un intervento di disinfestazione avrebbe potuto sicuramente attenuare ma non risolvere totalmente il problema, ha però ritenuto opportuno indagare in maniera più approfondita il territorio anche a causa dei numerosi incendi, dell'incuria e dell'ingente quantità di insetti.
«Per questo sottolinea ancora Bove abbiamo attivato il nucleo specialistico della polizia locale e l'ufficio ambiente del Comune di Galatone, che di concerto, hanno iniziato sul posto delle indagini, rilevando, a mezzo drone, filmati e fotografie aeree utili a constatare la situazione del territorio».
Il materiale raccolto è ora al vaglio della polizia locale, che già dai primi riscontri sembra ipotizzare una concreta possibilità di configurazione di reati ambientali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA