Il gabbiano zoppo e il buon pescatore

Sabato 5 Dicembre 2020 di Pino Greco

Lui bazzica con la sua unica zampetta da un bel po' a Tricase porto. A volte anche i gabbiani possono essere sfortunati e lui, Totò (nome di fantasia per tutelare la sua privacy) un po' lo è stato quando un giorno qualcosa si è portata via la sua zampetta sinistra: un'auto, una grata, chissà cosa.

Ma non si è perso d'animo e - fortunatamente - gli animali sono immuni da razzismo. Due zampe, una zampa... che cosa vuoi che cambi? A chi importa? Soprattutto se hai due ali per volare... e tanti amici al porto pronti a sfamarti con il pesce fresco appena pescato. E per lui, i pescatori, ne hanno sempre uno in più.

 «Sembrerà strano - racconta un pescatore - ma oltre al pesce, sembra anche in cerca di attenzioni e di coccole». E perchè strano ? Non si vive di solo pesce e mare, anche se sei un gabbiano zoppo .

Ultimo aggiornamento: 14:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche