Notte di paura, manomettono le telecamere e danno fuoco all'auto di un vigile urbano: scattano le indagini dei carabinieri

Giovedì 4 Giugno 2020 di Attilio PALMA
Le immagini riprese dal circuito di videosorveglianza del supermercato Lidl che si trova nelle vicinanze potranno contribuire a ricostruire l'esatta dinamica dell'incendio e capire chi lo ha appiccato. Perché su questo i carabinieri non hanno dubbi: il rogo divampato a mezzanotte, che ha completamente distrutto una Skoda Superb vecchia serie di proprietà di Salvatore Di Molfetta, maresciallo della Polizia Locale di Ugento, nel Salento, è doloso.

Notte di fuoco in città, l'auto si incendia davanti casa: malore per la proprietaria
Incendia la casa e l'auto del vicino. E poi lo minaccia: arrestato dalla polizia stalker leccese

Il vigile urbano vive nei pressi del supermercato in via Edisono e in genere parcheggiare il mezzo in quell'area proprio perché sorvegliata dalle telecamere. Le fiamme hanno avvolto l'auto annerendo parte della facciata della struttura Lidl.



Sul posto i vigili del fuoco di Ugento e i carabinieri della locale stazione diretti dal luogotenente Giordano Protopapa che nelle prossime ore passeranno al setaccio le immagini. Una prima evidenza segnalata dai militari: chi ha dato fuoco all'auto, si è preoccupato di spostare la telecamere fissata all'edificio che ospita la Lidl, prima di agire. Nessun dubbio, dunque, sulla natura dolosa del gesto.

Ultimo aggiornamento: 12:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA