Francesco, il grande abbraccio
È sold out in tutti gli alberghi

Francesco, il grande abbraccio
È sold out in tutti gli alberghi
Papa Francesco arriva in città, un evento religioso atteso da migliaia di persone, ma anche una data che fa gola a tanti operatori economici di Alessano e del capo di Leuca per tutto l’indotto che ne deriva. Sebbene il pontefice sosterà un’ora nei pressi del cimitero cittadino, dove si fermerà a pregare, a 25 anni dalla sua morte, sulla tomba di don Tonino Bello, molti hanno deciso già di affittare almeno uno-due giorni nelle strutture ricettive del borgo alessanese, in cui operano bed&breakfast, case vacanza, affittacamere e qualche albergo, che registrano quasi tutte il pienone per il 19 e 20 aprile. Non solo. A beneficiare delle prenotazioni sono anche gli alberghi e gli hotel del circondario fino a Santa Maria di Leuca.
Alessano diventerà meta di pellegrinaggio di migliaia e migliaia di fedeli e persone (tra le 15 e le 20mila previste) che arriveranno da ogni luogo della provincia e con qualsiasi veicolo, auto, pullman, moto e bici. Sono tantissimi pure coloro che si stanno organizzando in gruppi dai paesi limitrofi per raggiungere a piedi il luogo diventato faro della cristianità grazie al messaggio di don Tonino Bello. Disposti anche con un sacco a pelo a sostare nel paese per tutta la notte di giovedì, ospitati dall’oratorio, luoghi di culto e altre abitazioni private. Comitive spontanee o promosse dalle parrocchie si muoveranno dai vicini centri di Tricase, Montesardo, Specchia, Lucugnano, Barbarano, Ruggiano, Corsano, Tiggiano, Presicce, per unirsi in preghiera ai fedeli che presenzieranno venerdì mattina alla visita di Bergoglio. A loro si aggiungeranno 450 scout del Sud Salento e altri 300 provenienti dalle parrocchie della diocesi, ospitati dalle congregazioni religiose di Alessano oppure nella palestra dell’Istituto scolastico “Salvemini”.
Due saranno le veglie di preghiera in programma tra giovedì e venerdì: una veglia di giovani organizzata la sera del 19 dall’Ufficio di Pastorale diocesana giovanile di Ugento-Santa Maria di Leuca con la presenza di don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, e del vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, Vito Angiuli. E una seconda veglia poco prima della venuta del papa, dalle ore 7 del mattino, con l’intervento sul palco, allestito accanto a quello principale, del “Coro di Alessano per don Tonino” diretto dal maestro Sergio Filippo e composto dall’unione di tutti i cori di Alessano, cori parrocchiali, della pro loco e dal coro del convento dei Cappuccini. L’iniziativa terminerà verso le 8:30 con l’arrivo del pontefice, il quale dopo aver visitato la tomba di don Tonino, salirà sul palco per rivolgere un messaggio ai fedeli. Francesco ha manifestato la volontà di salutare per prime le persone più deboli, a partire dagli ultimi e dagli immigrati in particolare quelli che vivono da qualche tempo nel territorio alessanese. Poi, una volta che l’elicottero del Papa decollerà, dalle ore 9:30 nella grande area allestita di fronte al cimitero, chi vorrà potrà seguire sui maxischermi in diretta la messa celebrata a Molfetta in onore di don Tonino.
Sul fronte dei posti a sedere, sono 5mila le sedie libere a disposizione del pubblico e 700 quelle riservate alle autorità civili e religiose, con uno spazio particolare per anziani e disabili. L’accesso alla zona di ritrovo vicino al cimitero situata sulla via Macurano-provinciale 210 per Novaglie è libero, mentre le prenotazioni sono richieste soltanto per il parcheggio dei veicoli (l’apertura è fissata per le 4:45 del mattino fino alle ore 7:15) usati per sostare in città. Sul fronte del traffico, alcune centinaia sono le corse di bus provenienti da tutta la provincia e oltre, mentre per le auto ci sono 2mila posti, 300 per le moto e centinaia per chi intendere arrivare in bicicletta. Alessano, dunque, sta lavorando al massimo delle proprie forze per rendere indimenticabile questo giorno e al suo interno pure le associazioni hanno voluto manifestare aiuto nell’organizzazione dell’evento: insieme al minibus comunale ci saranno anche altri mezzi a disposizione degli anziani e delle persone in difficoltà, che faranno da spola dalla piazza fino al cimitero.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 17 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:08