Con il tir contro un palo: paura sulla provinciale

Mercoledì 11 Settembre 2019 di Andrea TAFURO
Rocambolesco incidente stradale ieri mattina intorno alle 10, sulla provinciale Monteroni-Copertino. Un camion con alla guida un 45enne di Fasano è uscito fuori strada, andando ad impattare prima contro un palo dell'illuminazione e dopo contro un muretto a secco che ne ha causato il ribaltamento sull'asfalto. Nel cappottamento il camion, che trasportava elettrodomestici per conto di un'azienda del brindisino, ha sradicato anche un albero di ulivo posto al margine della strada. Sul posto sono interventi i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce e i carabinieri della Tenenza di Copertino coadiuvati dai colleghi della stazione di Monteroni, per i rilievi.

Leggi anche: Auto contro tir: morta una 57enne
Paura in tangenziale: maxi tamponamento fra auto. E il traffico va in tilt

 Da una prima ricostruzione dei fatti, pare che l'autocarro, ancora carico di apparecchiature domestiche, percorreva l'arteria provinciale in direzione Copertino, quando giunto in prossimità dello svincolo con la strada secondaria Saetta, improvvisamente ha sbandato, uscendo fuori strada e trascinando con se tutto ciò che ha trovato sulla traiettoria. Tra le cause del rocambolesco testa coda, conclusosi con il ribaltamento del mezzo sul lato guidatore, forse un ostacolo inatteso o lo scoppio di una gomma. Per fortuna, nessun altro veicolo è rimasto coinvolto nell'incidente.
Dopo l'impatto sono seguiti attimi di paura. I primi a soccorrere l'autista, alcuni automobilisti di passaggio che hanno allertato il 118 e le forze dell'ordine. Giunti sul luogo dell'incidente, i caschi rossi con l'aiuto dei sanitari hanno aiutato l'autista a divincolarsi dalle lamiere contorte e uscire dal grosso mezzo. L'uomo, visibilmente sotto shock e dolorante alla schiena, dopo le prime cure, è stato trasporto in autoambulanza, con codice giallo, presso l'ospedale Vito Fazzi di Lecce per ulteriori accertamenti. Le condizioni di salute del ferito non desterebbero preoccupazioni.
  Ultimo aggiornamento: 12 Settembre, 14:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA