Elezioni avvocati: la Corte Costituzionale: “Legittimo il divieto di terzo mandato”

Martedì 18 Giugno 2019
LECCE - Un percorso ancora intricato ma da oggi con un punto fermo: la Corte Costituzionale ha dichiarato legittimo il divieto di terzo mandato consecutivo per gli avvoati eletti a consiglieri Coa. La decisione è stata presa nella riunione per discutere le questioni sollevate dal Consiglio Nazionale Forense sulle legittimità costituzionale del divieto del terzo mandato consecutivo dei componenti dei Consigli circondariali forensi previsto dalla legge 113/2017. 

La Corte si è dunque pronunciata sulla legittimità della norma che prevede solo il doppio mandato. Non ha una rilevanza immediata su Lecce perché il ricorso è ancora sub iudice da parte del Consiglio Nazionale Forense.
Il Consiglio nazionale forense è quindi obbligato a far uscire i cinque consiglieri incandidabili rimpiazzati da chi non è entrato tra la rosa dei 21 consiglieri Coa. Il voto delle ultime elezioni ha infatti premiato quei candidati che per la legge tuttora in vigore risultano “ineleggibili”. Sono in sei: la presidente Roberta Altavilla, il segretario Vincenzo Caprioli, la tesoriera Luigia Fiorenza, e gli avvocati Simona Bortone e Raffaele Fatano. Ora si apre il varco per i ripescaggi di chi ha presentato ricorso: gli avvocati Arcangelo Corvaglia, Silvio Verri, Luigi Piccinni, Tommaso Stefanizzo, Salvatore Donadei e Giangaetano Caiaffa. 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA