Ecocardiografo donato al Dea Fazzi: il grazie ai lettori di Quotidiano

Mercoledì 1 Luglio 2020 di Maddalena MONGIò
Dagli States la tecnologia che dà al Dea di Lecce la patente di unico ospedale del Sud con un sistema integrato che consente la visione e la navigazione all'interno delle immagini ecografiche bidimensionali, tridimensionali e fluoroscopiche del muscolo cardiaco. Un'innovazione frutto della generosità dei lettori di Quotidiano che hanno risposto all'idea di una raccolta fondi per aiutare il polo leccese in prima linea contro il coronavirus. Le donazioni dei lettori hanno permesso l'acquisto di un ecocardiografo capace di interfacciarsi con l'angiografo già in dotazione al Fazzi.

Ieri mattina, al Centro cuore del Dea, il direttore di Quotidiano Claudio Scamardella ha consegnato ufficialmente al direttore generale dell'Asl Lecce, Rodolfo Rollo, la macchina (già collaudata nei giorni scorsi) alla presenza del direttore sanitario Roberto Carlà e di una parte dell'equipe del reparto di Cardiologia Interventistica ed Emodinamica. C'erano il direttore Giuseppe Colonna, il responsabile delle sale angiografiche, i medici (Dionigi Fischetti, Luca Quarta, Marco Mussardo), il coordinatore del reparto Luigi Cavallo, il responsabile del personale infermieristico delle sale angiografiche Francesco Germinal, il tecnico di radiologia delle sale angiografiche Paolo Rucco.

Il direttore Scamardella ha ribadito che «il ringraziamento va ai lettori di Quotidiano che con la loro generosità hanno reso possibile l'acquisto di una strumentazione tanto importante. Quando il Covid ha determinato l'emergenza sanitaria tutti i giornali del gruppo Caltagirone hanno lanciato una raccolta fondi destinata alla cura dei pazienti Covid. Di fronte alla richiesta dell'Asl abbiamo ritenuto che la cura delle complicazioni cardiovascolari, nei malati Covid, fosse un'ottima ragione a cui destinare le donazioni dei nostri lettori».

Rollo, dal canto suo, ha avuto parole di apprezzamento per l'iniziativa: «Vi ringrazio perché con questa vostra donazione ci avete fatto recuperare un tempo importante che è quello della messa a disposizione di una tecnologia ai clinici. Sono bastati meno di tre mesi. Le procedure della pubblica amministrazione, anche le più celeri, consentono di avere un prodotto dopo alcuni anni dalla richiesta. Ma la cosa importante è aver messo a disposizione dei medici uno strumento che si interfaccia con quelli già in nostro possesso. L'ecocardiografo permette di fare fusione di immagini documentando il funzionamento del cuore, ad esempio dopo un infarto, e l'esito dell'intervento stesso. Prima si interviene e prima si evita che si creino dei danni irreversibili, ma consente anche che l'intervento sia fatto nel caso di infezioni come può essere quella del Covid».
Le complicanze che colpiscono il sistema cardiovascolare, nei casi di contagio Covid, sono state osservate dai medici con la crescita della curva epidemiologica. Sulla base di questa osservazione clinica è partita la richiesta dell'Asl Lecce, alla presidente della società editrice di Quotidiano, Azzurra Caltagirone, affinché i fondi fossero destinati all'acquisto dell'ecocardiografo di ultimissima generazione. Si tratta di un'apparecchiatura portatile Philips CX 50 Matrix, già testato nella sala angiografica Fazzi: un concentrato di tecnologia innovativa non solo per la elevata risoluzione dell'immagine ultrasonora, ma soprattutto per l'elevata versatilità. Un'apparecchiatura che, oltre a supportare tutte le sonde ecografiche (2D, 3D, transesofagea, vascolare), è in grado di integrarsi con l'angiografo Philips Allura F20 già usato nelle sale angiografiche del Fazzi e del Dea. Un software permette la visione e la navigazione all'interno delle immagini ecografiche bidimensionali, tridimensionali e fluoroscopiche generate dando all'operatore un supporto nelle procedure interventistiche. La macchina sarà utilizzata anche per i pazienti Covid che sviluppano una complicanza cardiovascolare (infarto miocardico, miocardite acuta, scompenso cardiaco, shock cardiogeno).
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA