Salento: cani sbranati dai lupi davanti ai proprietari, è allarme

Salento: cani sbranati dai lupi davanti ai proprietari, è allarme
di Pierangelo TEMPESTA
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Agosto 2022, 18:51 - Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 12:42

È allarme lupi in diverse zone della provincia di Lecce. Alcuni cani sono stati aggrediti e uccisi in giardini di abitazioni di campagna o all'aperto. A Scorrano, in località Masseria Pecorara, non molto lontano dalla provinciale Collepasso-Maglie, martedì un pinscher è stato portato via da un animale di grossa taglia sotto gli occhi dei proprietari, residenti in un'abitazione di campagna. Questa mattina, invece, un cane da caccia è stato ritrovato sbranato a Cerfignano, frazione di Santa Cesarea Terme.

L'allarme 

A lanciare l'allarme sono il presidente provinciale della Fidc (Federazione italiana della caccia) Lecce, l'avvocato Giovanni Ciccarese, e Giuseppe Del Cuore, dirigente del Nucleo tutela ambientale e protezione civile di Ecofedercaccia Lecce. «Da qualche anno - afferma Del Cuore - si nota la presenza nel Salento, soprattutto da Torre Veneri a Otranto, del lupo. Una presenza che si sta estendendo anche nell'entroterra e precisamente nell'area di Maglie, Scorrano, Melendugno, Collemeto di Galatina, Squinzano e Nardò. La situazione è fuori controllo. Da un monitoraggio fatto si contano circa 50 esemplari che, non essendo questo il loro habitat naturale, mettono in atto attacchi di predazione nei pochi allevamenti zootecnici presenti nella zona». Vittime sono soprattutto gli ovini: «Per esempio, a masseria La Greca di San Cataldo in due anni sono stati predati 44 capi di ovini, a masseria Marciante di San Cataldo 31 capi, a masseria Napoletano di Squinzano 20 capi. Gli ultimi attacchi, molto più gravi, di questi ultimi due giorni sono avvenuti tra Maglie e Scorrano, in zona Pecorara, con l'uccisione di un pincher, e oggi a Cerfignano con la predazione di un cane da caccia. Spesso, come Ecofedercaccia ProvLecce, siamo intervenuti per i rilievi di carcasse di lupi investiti sulle strade».

No all'uccisione dei lupi 

«Siamo disposti ad incontrare le istituzioni per trovare una soluzione. Siamo naturalmente contrari a qualsiasi forma di abbattimento dei lupi» si apprende da Federcaccia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA