Droga dal Salento a Milano, il rapper evaso si costituisce in diretta social: boom di click

Droga dal Salento a Milano, il rapper evaso si costituisce in diretta social: boom di click
2 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Settembre 2022, 17:40 - Ultimo aggiornamento: 18:55

Era salito alle cronache due anni fa per una brutta storia di droga tra Salento e Milano. Nelle ultime ore, è ritornato alla ribalta: si è consegnato ai carabinieri di Melegnano, nel Milanese, Nicola Lo Presti, rapper di 29 anni che era scappato dai domiciliari due giorni prima, e lo ha fatto in diretta social, con un video che ha avuto oltre 800 mila click prima che gli venisse chiuso l'account.

Ai domiciliari dal 2020

Lo Presti, difeso dall'avvocato Giuseppe Presicce che lo ha convinto a costituirsi, era ai domiciliari dopo che nell'agosto 2020 i carabinieri lo avevano arrestato, insieme ad un amico, al Lido Conchiglie di Gallipoli (Lecce) con l'accusa di fare la spola da Milano al Salento per spacciare. Nella casa presa in affitto dai due, avevano trovato oltre due chili e mezzi di hashish e due P38 senza matricola. Mentre era ai domiciliari, si è presentato all'ospedale di Vizzolo Predabissi (Milano) per un problema alla gamba per una reazione, con la caviglia gonfia dove aveva il bracciale elettronico.

Lui stesso lo ha comunicato ai carabinieri di Paullu e ha fornito la documentazione medica. Quando però sono andati il giorno dopo a casa sua per rimettergli il braccialetto elettronico, non lo hanno trovato. Per due giorni ha fatto perdere le sue tracce, finché il 7 settembre si è presentato in caserma a Melegnano filmando tutto e raccontando anche cosa aveva fatto nei due giorni (fra l'altro una visita dal parrucchiere a Roma per farsi un nuovo taglio), fino al momento appunto in cui si è consegnato. È stato arrestato e portato in carcere di Lodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA