Insegnante investita sul monopattino: è fuori pericolo. Caccia al pirata della strada

Martedì 28 Gennaio 2020

LECCE - È fuori pericolo la donna di 37 anni investita nel tardo pomeriggio di ieri a Lecce, mentre era a bordo del suo monopattino. La donna, le cui iniziali sono A.C., è stata travolta da un'auto pirata che è fuggita subito dopo, lasciandola in terra. Sul posto sono immediatamente arrivati i soccorsi che l'hanno trasportata d'urgenza al Vito Fazzi di Lecce: era in coma, con un trauma cranico e un ematoma frontale. Operata d'urgenza al braccio dal primario di Ortopedia, Giuseppe Rollo, da questa mattina è ritenuta non più in pericolo di vita. Respira autonomamente, non è più in coma e i medici sono fiduciosi. 
 

 

L'incidente si è verificato poco prima delle 19 di ieri in via Bernardino Realino, una traversa di via San Cesario, nei pressi del ponte sopraelevato che congiunge il quartiere Leuca alla zona delle cave di Marco Vito. 
A quanto si apprende, la persona alla guida dell'auto che l'ha investita è subito fuggita senza fermarsi a prestare soccorso. Dalle testimonianze raccolte si sa che si tratta di un'automobile di colore bianco. Nella zona ci sono diverse telecamere attraverso le quali si tenterà di risalire all'identità dell'investitore. Per Lecce si tratta del primo grave incidente a bordo di un monopattino, mezzo sempre più utilizzato per muoversi in città.

Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA