Si ustiona in casa con l'alcol: paura a Collepasso per don Antonio

Foto: infocollepasso.it
Foto: infocollepasso.it
di Pierangelo TEMPESTA
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Settembre 2022, 12:31 - Ultimo aggiornamento: 15:17

Si ustiona mentre svolge piccoli lavori domestici. Sono ore di apprensione, a Collepasso, per don Antonio Russo, parroco della chiesa matrice. Il sacerdote, 78 anni, intorno alle 10 di ieri è rimasto ustionato nella sua abitazione di via Principe di Piemonte, dove vive da solo. La dinamica di quanto accaduto non è ancora del tutto chiara.

Pare che il parroco stesse usando dell'alcol quando è stato improvvisamente colpito da un ritorno di fiamma. Il fuoco si è propagato ai vestiti e, nel tentativo di spegnere le fiamme, il sacerdote si è provocato gravi ustioni alle mani e alle braccia. Fortunatamente sembra che le fiamme non abbiano interessato il viso e altre parti del corpo.

La richiesta di aiuto 


Don Antonio è comunque riuscito ad allertare il fratello per chiedere aiuto. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118, che ha trasportato il sacerdote al pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce. I medici, poi, vista la gravità delle ustioni, hanno disposto il suo trasferimento al reparto Grandi ustionati dell'ospedale Antonio Perrino di Brindisi.

La preoccupazione in paese


La notizia dell'incidente si è diffusa in paese nel primo pomeriggio e, naturalmente, ha suscitato apprensione nei cittadini e nei parrocchiani, molto affezionati a don Antonio. Secondo quanto avrebbero riferito i parenti, le condizioni del sacerdote - diventato parroco della chiesa della Natività della Beata Vergine Maria di Collepasso nel 2020 dopo aver prestato servizio nella parrocchia di Cristo Re - non sono gravi e la sua vita non è in pericolo. Però è certo che le ustioni causate dal ritorno di fiamma lo terranno lontano dal paese e dagli impegni della parrocchia per diverse settimane. Proprio oggi è prevista la solenne processione per la festa della Madonna delle Grazie e domani sono in programma le celebrazioni liturgiche in onore della patrona. Appuntamenti organizzati dallo stesso don Antonio e dal comitato della festa e a cui il parroco, purtroppo, non potrà presenziare.
Sono stati tantissimi i messaggi di affetto che sono arrivati all'amato parroco dalla sua Collepasso. Il 78enne è affidato alle cure del personale sanitario dell'ospedale Perrino, esperto nel trattamento di ustioni di qualsiasi livello di gravità e anche di chirurgia plastica, branca strettamente correlata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA