Dior sceglie Lecce per presentare la prossima collezione: l'alta moda in piazza Duomo il 9 maggio

Mercoledì 22 Gennaio 2020 di Eleonora MOSCARA
Torna a far parlare di sé Maria Grazia Chiuri, la stilista di origini salentine, oggi direttrice creativa della maison francese Christian Dior. La Chiuri, insieme al presidente e Ceo di Dior Pietro Beccari, hanno fortemente voluto Lecce e la Puglia per la presentazione della nuova collezione di primavera e più precisamente per la ‘cruise collection’, anche detta ‘resort collection’. La data è stata fissata per il 9 maggio 2020, Piazza Duomo farà da sfondo a questo importante evento, ecco perché, il sindaco Carlo Salvemini, nel post facebook pubblicato oggi ha precisato: «Lavoreremo nei prossimi mesi al fianco di Dior, Curia e Prefettura per garantire il pieno successo di questo straordinario appuntamento».

La cruise collection sta diventando un fenomeno sempre più significativo nel mondo della moda. Anni fa erano collezioni presentate in primavera con capi destinati a chi, nei mesi invernali, andava in vacanza in posti esotici, da qui il termine cruise, crociera, o resort. Di recente, la funzione è cambiata: vengono presentate qualche mese prima delle collezioni principali di prêt à porter, fuori dalle tradizionali settimane della moda e sono destinate a mercati dai gusti più accessibili, offrendo capi che si possono indossare tutti i giorni. Un grande traguardo per la città di Lecce che si vede precedere nella presentazione delle cruise collections di Maria Grazia Chiuri da Los Angeles e Marrakech.

Kate Middleton di nuovo low cost, l'abito Zara costa meno di 30 euro
Una salentina sul trono di Francia: legion d'onore a Chiuri, presidente Dior



​La nota stilista è di padre tricasino e mamma romana, la sua storia, come quella di tante donne salentine della sua età, parte da una semplice bottega di sartoria dalla quale lei è riuscita a raggiungere la vetta della moda mondiale, passando per innumerevoli eccellenze. Dopo aver studiato all’Istituto europeo di Design di Roma, nell’89 viene assunta da Fendi per gli accessori, per ben dieci anni; nel 1999 viene chiamata da Valentino Garavani per creare i suoi accessori e la creatività viene premiata con la consegna del brand Red Valentino.

Lo step successivo è il top, diventa direttore artistico delle linee femminili di Dior, una delle griffe più prestigiose del mondo. Il “Financial Times” nel 2016 l’ha inserita nella lista delle donne più influenti dell’anno tra cui vi erano anche: Hillary Clinton e Jo Cox, la parlamentare laburista assassinata a Londra da un fanatico pro-Brexit. Lo scorso anno viene scelta da Chiara Ferragni, la fashion blogger più famosa del momento, per disegnare il suo abito da sposa e coronare il sogno di un matrimonio totalmente 3.0: il Ferragnez wedding. Gli abiti indossati hanno colpito per eleganza e maestosità, una vera favola nella favola. L’abito per la cerimonia, ispirato dalla prima collezione di Maria Grazia Chiuri per Dior, ha richiesto oltre 400 metri di tessuto e ben 1.600 ore di lavoro sartoriale negli atelier parigini di Avenue Montaigne.

  Ultimo aggiornamento: 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche