Dal ministero 180 milioni per il patrimonio culturale: fondi all'anfiteatro di Lecce - ECCO TUTTI GLI INTERVENTI PREVISTI

Dal ministero 180 milioni per il patrimonio culturale: fondi all'anfiteatro di Lecce - TUTTI GLI INTERVENTI PREVISTI
Un pacchetto di oltre 180 milioni di euro destinati alla messa in sicurezza, al restauro e alla fruizione del patrimonio culturale del Paese. Il ministro per i Beni culturali Alberto Bonisoli ha approvato il programma biennale di intervento che contiene ben 595 beni monumentali e culturali italiani, 22 dei quali si trovano in Puglia per un importo complessivo di 5.459.800 euro.

Si tratta, ha dichiarato Bonisoli, di «un’attenzione al patrimonio che necessita di interventi di tutela e che è frutto di un puntuale lavoro di ricognizione sui territori, attraverso il coinvolgimento di tutti gli istituti periferici del ministero. Tra le priorità il restauro dei beni culturali, in particolare quelli colpiti da calamità naturali; il recupero di aree paesaggistiche degradate, la prevenzione contro i rischi sistemici e ambientali, ma anche il miglioramento dell’accessibilità, intesa come obiettivo per la partecipazione e l’inclusione sociale».

Tra i progetti finanziati nella nostra regione, ci sono il miglioramento dell'accessibilità e della sicurezza dell'Anfiteatro leccese, al quale saranno destinati un milione e 400mila euro; il completamento del restauro del Santuario del Santissimo Crocifisso a Galatone, sempre in provincia di Lecce, cui andranno 500.000 euro; un pacchetto di risorse andrà anche al Santuario Maria Santissima Assunta di Tricase.

Per Taranto sono provisti fondi per l’Acquedotto del Triglio, con uno stanziamento di 650.000 euro, e per il Convento di Sant'Antonio. 

Nel Barese, si procederà al consolidamento statico e al restauro architettonico sia della chiesa di Santa Maria La Porta, a Palo del Colle, sia di quella di San Domenico, a Bitonto, finanziate rispettivamente con 650.000 e 600.000 euro.

Altri 400.000 euro saranno stanziati per l’eliminazione delle barriere architettoniche e il miglioramento dei servizi igienici del Castello Svevo di Trani e di Castel Del Monte. Particolare attenzione è destinata alla Biblioteca Nazionale di Bari che ha ottenuto risorse pari a 234.800 euro per lavori che vanno dal ripristino degli intonaci alla climatizzazione alla sicurezza degli impianti, con il ripristino del sistema di videosorveglianza. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 9 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:36