Cannavacciuolo nella Tana degli Elfi di Parabita tra menu improbabili, musica troppo alta e battibecchi

Cannavacciuolo nella Tana degli Elfi di Parabita tra menu improbabili, musica troppo alta e battibecchi
4 Minuti di Lettura
Sabato 9 Aprile 2022, 15:01 - Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 09:24

Musica troppo alta, piatti troppo "corposi", qualche battibecco tra i membri dello staff: lo chef partenopeo Antonino Cannavacciulo avrà tanto da "lavorare" nella prossima puntata del suo programma Cucine da incubo, che è appena partito e già domani, domenica 10 aprile, sbarca nel Salento per la seconda puntata. Lo chef dalla mano "pesante" sarà infatti a Parabita, in provincia di Lecce, e precisamente nel ristorante la Tana degli Elfi, locale alla buona in centro, riaperto con una nuova gestione dopo un passato non proprio eccezionale a causa di gestioni poco oculate. Il programma va in onda su Sky Uno (alle 21.15) e su Now Tv.

I nuovi proprietari

La famiglia Prota, attuale proprietaria, ha rilevato l'attività per cercare di trasformarla in un vero ristorante. Tutto il nucleo familiare ha una passione per la musica neomelodica partenopea: il papà ha un passato di batterista, è un paroliere e scrive canzoni e ha conosciuto colei che poi sarebbe diventata sua moglie negli anni Settanta quando lei, cantante neomelodica, lo coinvolse nella sua band. Pochi anni dopo, la coppia ha iniziato a prendere in gestione diversi locali. I figli sono cresciuti nelle cucine. Il papà ha la sua postazione salda in cucina assieme al genero, la madre è in sala assieme alla figlia, il figlio invece è al karaoke. Il nome La Tana degli Elfi deriva dal fatto che i gestori sostengono di aver notato degli elfi all'interno del locale: il ristorante è dedicato a loro perché, secondo i Prota «sono gli artefici di tutto ciò che succede».

L'intervento dello chef Cannavacciuolo

Nel locale c'è grande bisogno dello chef Cannavacciuolo: il padre non vuole essere aiutato ai fornelli e ha un menù troppo corposo; la madre non ha fiducia nel marito e lo tiene sotto controllo; la figlia scalpita perché, nonostante la sua giovane età, è convinta di poter cucinare meglio del padre e gestire la sala ancor meglio della madre; il figlio dà tutto se stesso nel karaoke, ma il volume del suo microfono è troppo alto e copre le comande. I clienti scarseggiano, i pochi che si avventurano aspettano il cibo per troppo tempo e non riescono a parlarsi per il volume della musica.

Isola dei Famosi 2022, Vladimir Luxuria furiosa contro i Rodriguez: «Vi dovete vergognare. Chiedete scusa a Ilona»

Il programma

Cucine da Incubo è prodotto da Endemol Shine Italy per Sky e va in onda ogni domenica alle 21.15 su Sky Uno e in streaming su Now, disponibile on demand e visibile su Sky Go. Chef Cannavacciuolo assaggia i piatti, osserva lo staff al lavoro e in base ai problemi emersi, dà la sua consulenza fornendo anche consigli per un nuovo menù. Il locale viene sottoposto a un make over totale, una ristrutturazione completa da compiere in tempi record. Nel corso delle prossime puntate Chef Cannavacciuolo sarà in provincia di Viterbo, alle porte di Bologna, nella parte settentrionale della Calabria e infine nel cuore di Roma.

Ai ricci o tradizionale, agli chef salentini la carbonara piace così

© RIPRODUZIONE RISERVATA