Salvemini: «Lecce risponde bene. Per me motivo di orgoglio». Due numeri per richiedere i buoni pasto. Chiuso un bar

Martedì 31 Marzo 2020 di Francesca SOZZO
Controlli della municipale
Nessun caso positivo a Lecce per il secondo giorno consecutivo. «Lecce sta rispondeno molto bene e per me questo è motivo di orgoglio», il sindaco Carlo Salvemini si dice soddisfatto dell'atteggiamento dei suoi concittadini in termini di rispetto delle norme «e sono riconoscente a tutti voi  per quello che state facendo,  e con lo stesso tono vi rinnovo l'invito a rinnovare e rinforzare questa capacità di resistenza che state ogni giorno garantendo».
I tempi saranno lunghi ha ribadito il primo cittadino, annunciando che «tra pochi giorni Governo amanerà un nuovo decreto che rinnoverà per almeno due settimane le misure di contenimento dalle quali poi usciremo ma con uno scenario economico-sociale che richiederà tanto impegno e responsabilità da parte di organi governo nel predisporre misure di aiuto». 


I BUONI SPESA
Nelle prossime ore sarà disponibile sul sito del Comune la manifestazione di interesse per le attività commerciali che vogliono convenzioarsi con il Comune e in cui si potranno spendere i buoni spesa. Potranno aderirvi attività di generi alimentari, attività di vendita di prodotti per neonati,  farmacie e parafarmacie, rivendite di igiene casa.

LEGGI ANCHE: Traffico verso le marine. «Non si potrà festeggiare Pasqua nelle seconde case. Decreto prorogato». Si lavora per la consegna dei buoni spesa


A disposizione dell'utenza, Palazzo Carafa attiverà due numeri telefonici. Un numero verde attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 che consetirà, grazie ad un supporto telefonico, di guidare i cittadini nella presentazione delle istanze di richiesta dei buoni spesa, e un numero di cellulare per consentire l'invio di dati fondamentali da presentare la cui documentazione può essere scaricata dal sito del Comune; il numero sarà attivo sette giorni su sette. 

I CONTROLLI
La polizia municipale nella giornata di ieri ha effettuato 221 controlli su persone fisiche, con 4 persone denunciate e sanzionate. Mentre sono state controllate 72 attività commerciali ed è stata disposta la chiusura di cinque giorni di una bar-tabacchi di Villa Convento che continuava a somministrare caffè ai clienti nonostante le misure previste. 
Gli agenti inoltre hanno prestato ausilio al personale ASL impegnato  nell'acquisizione dei tamponi covid-19, scortando il veicolo dei sanitari per favorirne lo spostamento. In collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione, inoltre, hanno provveduto a notificare la comunicazione di isolamento domiciliare con misura obbligatoria di quarantena a 14 persone residenti a Lecce, da considerarsi “contatto stretto” di persona affetta da coronavirus.
  Ultimo aggiornamento: 20:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA