Alle Poste nonostante il Covid, coppia pizzicata dai carabinieri

Alle Poste nonostante il Covid, coppia pizzicata dai carabinieri
di Giuseppe TARANTINO
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Aprile 2021, 19:08 - Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 12:56

Dovevano aprire un conto corrente alla posta, un’urgenza talmente improrogabile da superare anche le restrizioni a cui erano sottopostI perché positivi al Covid.

La storia

Così stamattina di buon’ora, due persone di mezza età, conviventi, si sono presentate presso l’ufficio postale di Nardò Centro, in corso Garibaldi nel centro storico di Nardò, incuranti dell’isolamento a cui erano sottoposte da circa quindici giorni, e dopo aver atteso il proprio turno, si sono avvicinate allo sportello per effettuare le operazioni necessarie. È stato in quel momento che l’impiegato allo sportello ha riconosciuto i due che, “vox populi”, sapeva essere in isolamento perché positivi al Covid, e li ha subito allontanati, invitandoli a fare ritorno presso la propria abitazione e, magari, ad aprire il conto corrente effettuando l’operazione on-line. 

La sanzione 

Se ci avessero pensato prima, i due congiunti avrebbero evitato di infrangere la quarantena trasgredendo al divieto di allontanarsi dal proprio domicilio imposto dalle norme sanitarie anti-Covid.

Nel frattempo è scattato l’allarme e sono stati allertati i carabinieri della stazione di Nardò. I militari, al comando del luogotenente Vito De Giorgi, sono intervenuti immediatamente, hanno raccolto le testimonianze e acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza che avevano registrato la presenza nell’ufficio postale dei due congiunti.

Le verifiche


Poi, tramite la Asl, è stata verificata la positività dei due e i carabinieri hanno raggiunto la loro abitazione. Ai due incauti cittadini è stata elevata la sanzione per inadempienza della quarantena e non è escluso che possa anche scattare una denuncia nei loro confronti per epidemia colposa, per aver messo a repentaglio la salute di altre persone, soprattutto di quelle presenti nell’ufficio.

L’accaduto è stato segnalato alla Procura della Repubblica. Insomma, l’uscita da casa improvvida, e la “passeggiata” nel centro storico per raggiungere l’ufficio postale, potrebbe costare cara ai due. L’ufficio postale di Nardò Centro è stato parzialmente chiuso al pubblico (una sala consulenza è stata sanificata) ed alcuni dipendenti sottoposti a tampone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA