Con la moto di un amico contro l'albero: morto un 39enne a Salve

Con la moto di un amico contro l'albero: morto un 39enne a Salve
di Luana PRONTERA
3 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Ottobre 2022, 08:31 - Ultimo aggiornamento: 20:31

Moto contro un albero: un uomo di 39 anni è morto ieri sera a seguito di un tragico incidente avvenuto lungo la strada che collega Salve a Pescoluse.

La vittima

La vittima, Marcello Giangreco, stava percorrendo, a bordo di una moto, la strada che collega Salve alla sua marina prima di impattare, tragicamente, contro un albero proprio all’uscita da Pescoluse, all’imbocco della strada provinciale 339, subito dopo la rotatoria. Con molta probabilità il giovane è morto sul colpo a causa del violento impatto. L'incidente è avvenuto dopo le 21. Sul suo profilo Facebook, una foto pubblicata appena 4 giorni fa, alla luce dell'accaduto suona drammaticamente inquietante: c'è un uomo con un casco e poi la frase "Quando mi dicono che la moto è pericolosa, io gli ricordo che nessuno uscirà vivo da questa vita".

Sul luogo sono giunti i soccorritori del 118 ma non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione per i rilievi di rito e la ricostruzione della dinamica dell’accaduto. Una volante del commissariato di polizia di Taurisano ha fornito ausilio per la viabilità.

Le prime indagini

Dai primi accertamenti è emerso che la moto fosse di proprietà di un amico dell'uomo, con cui Marcello si era incontrato qualche ora prima insieme ad altri amici. L'amico avrebbe chiesto il favore di riportare a casa il mezzo a due ruote perché non si sentiva bene e non voleva mettersi alla guida. La salma del 39enne è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Come spesso accade in questi casi, soprattutto sui social, si susseguono i messaggi di cordoglio e si ricompone il ritratto di un uomo solare, amico di tutti, sempre allegro e disponibile. Marito e padre di tre figli, sempre presente e amorevole. Mentre si cercano di comprendere le cause che hanno portato allo schianto mortale la comunità di Salve, attonita, si stringe alla famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA